Marcianise - Capodrise - Portico - Recale - Macerata Campania

Elezioni a Portico, tutti contro tutti per paura di perdere

Giuseppe De SimonePORTICO. Le prossime elezioni comunali del 6 e 7 giugno prossimo hanno ottenuto un solo risultato: pur di vincere e diventare il prossimo sindaco della città, tutti si scagliano contro gli avversari con l’unico scopo di denigrare e rendere invisi alla cittadinanza gli avversari.

Così nei giorni scorsi sulla stampa locale abbiamo assistito ad un gratuito e violento j’accuse contro il candidato sindaco Giuseppe De Simone, facendolo apparire come un ragazzino alle prime armi, che non viene dai partiti e, quindi, non conosce nulla. L’estensore dell’articolo ha però dimenticato il fatto che, trattandosi di un militare, la legge proibisce ai militari anche la sola iscrizione ad un partito e che, anche se ufficiale superiore, si è trovato a gestire centinaia se non migliaia di persone.

Dal momento della presentazione del programma elettorale della lista civica “Insieme per Portico”ai cittadini ed ai sostenitori,avvenuta sabato 18 aprile scorso con la partecipazione di circa 500 persone con conseguente blocco del traffico su tutta la strada provinciale Portico-Marcianise, i componenti delle altre liste, evidentemente e giustamente molto preoccupati del grande successo dell’iniziativa si sono idealmente e allegramente uniti in una unica azione denigratoria, con atti separati, con una campagna stampa che di fatto li vede tristementealleati.

“Tra questi – si legge in una nota diffusa dal comitato della lista Insieme per Portico – si distinguono delle farfalline, cui difficilmentesarà consentito di volare,capeggiate daunex sindaco che dedicano alla denigrazione degli avversari anche un manifesto. Come al solito ‘i lupi perdono il pelo ma non i vizi’, cercando di trasformare la campagna elettorale in una ‘rissa’ tra candidati dimenticando gli interessi – ma se li sono mai ricordati? – dei cittadini e nascondendo le loro lacune facilmente individuabili anche dai più disattenti alla vita politica-amministrativa. Per troppo tempo la rissa politica – prosegue la nota – tra noti personaggi ancora in cerca d’autore l’ha fatta da padrone. Questi signori, sicuramente molto preoccupati dell’insuccesso delle proprie iniziative-convegni organizzate/i ad hoc per le elezioni, continuano ad ingannare i cittadini con la politica della denigrazione,del dire e non del fare. Come mai questi eventi che li ha visti ‘comparse’, soprattutto per chi ha i partiti alle spalle (solo quando serve) e ne decide le sorti,sono stati dimenticati nei cassetti per anni etirati fuori solo adesso per protagonismo ed opportunismo elettorale? Qualche altro, chiuso nella sua bella casa colonica,perdendosi alcuni passaggi essenziali per capire il proprio passato politico e programmare il futuro dimostra – è sottolineato nella nota – ancora una volta l’inconsistenza dei propri progetti amministrativi affidandosi alla ‘penna’, si fa per dire, confusa, contorta ed inaffidabile di qualche proprio colono/candidato. Per quanto ci riguarda, costretti nostro malgrado a fare il punto della situazione visto il continuo chiamarci in causa, cercheremo con tutte le nostre forze di non farci coinvolgere in una eventuale mapossibile ‘rissa politica’. Certo è molto difficile dar credito ad avversari che entrando nel merito delle candidature della nostra lista dimenticano di dar un’occhiata alla loro! Non si è accorto il dottorFrancesco Saverio Piccirillo di avere nella sua lista ex amministratori, oltre lui sempre perdente da una vita, dal nome di Mattia Trotta, Gennaro Iodice e Giuseppe Cicala? E’ conscio, secondo quanto riporta un quotidiano, di aver inserito nella sua lista, al pari del dottor Carlo Iodiceche lo ritiene inserito nella sua di lista, un giovane che secondo sempre lo stesso giornale non è candidato con nessuno dei due? Questa è serietà? Come non citare – prosegue nel suo duro atto d’accusa la nota del comitato – poil’ex sindaco Carlo Piccirillo cheforte di tutto quello che non ha realizzato, ha distrutto tutto quello che gli è capitato a tiro, si è dimostrato incapace di amministrare e adesso mette molto impegno nelrecitare bene la parte dell’imbonitorecome se il sindaco nella passata legislatura fosse un altro? Si, forse, il sindaco era un’altro! Menzione particolare per l’altro ex sindaco Carlo Iodice che in un manifesto critica aspramente tutti gli ex amministratori appellandoli ‘riciclati’ quando lui stesso fa politica attivada quando era in fasce e si ripropone per l’ennesima volta. Detto questo per dovere di informazione – conclude il comitato elettorale di Insieme per Portico – ribadiamo cheil nostro unico intendimento è quello di proporre ai cittadini il da farsi per il bene della collettività con la consapevolezza di essere in grado di poter risolvere i tanti problemi oggi esistenti e concretizzare il nostroprogramma elettorale posto a base della rinascita della città”. Insomma, sembra di sentire i politici nazionale che fanno a gara a chi sparla meglio di tutti su Silvio Berlusconi.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico