Italia

Opel, il governo tedesco preferisce l’austriaca Magna

 BERLINO. Il governo tedesco sembra preferire l’offerta dell’austriaca Magna rispetto a quella della Fiat per l’acquisizione di Opel.

Almeno queste sono le voci circolate in giornata, quando si è parlato anche di “tagli” che l’azienda italiana intenderebbe fare al personale. Ma dal Lingotto è giunta una precisazione: se Fiat acquisirà Opel la riduzione degli organici prevista sarà complessivamente inferiore a 10mila unità, distribuita in tutta Europa e in maniera progressiva nel tempo.

Il ministro tedesco dell’Economica, Karl-Theodor zu Guttenberg, pur definendo “interessante” l’offerta di Magna, sottolinea che i giochi non sono ancora conclusi poiché sono molti i punti da chiarire sulle offerte dei tre pretendenti (c’è anche fondo di private equity Rhj).

Netta, invece, la posizione dei governatori dei lander, in particolare dell’Assia e della Renania, che dichiarano la loro preferenza per Magna, la quale, però, trova l’opposizione del governatore del Nord Reno-Vestfalia e del leader sindacale dell’impianto Opel di Bochum, Rainer Einenekel.

Roland Koch (Cdu), governatore dell’Assia, dove si trova il quartier generale di Opel, ha detto alla radio Deutschland Funk che l’offerta del gruppo austro-canadese per l’acquisizione della Opel è la più “attraente” in termini di tutela dell’occupazione e prospettive future della casa automobilistica tedesca.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico