Matese

Week-end in trasferta a Scala per il Cai

Costiera AmalfitanaPIEDIMONTE. Week-end in trasferta per i soci della sezione CAI di Piedimonte Matese che hanno trascorso il ponte del primo maggio in quel di Scala, paesello incantato della Costiera Amalfitana, …

… come da calendario sezionale. La casa Anastasio, Convento con incredibile veduta sulla vicina Ravello dove Sant’Alfonso dei Liguori visse un’intensa esperienza di povertà, preghiera, missione e comunità con i suoi compagni dal settembre 1733 all’agosto 1738 ed oggi trasformato in una sorta di ostello, è stata la splendida dimora degli oltre venti partecipanti al week-end caino.
In pieno spirito “montanaro” non sono mancate le escursioni in quelli che sono alcuni dei posti più belli dell’intero pianeta: l’affascinante Vallone delle Ferriere con annessa visita alla città di Amalfi, l’incantevole Fiordo di Furore, abitato un tempo da Anna Magnani e Roberto Rossellini, raggiunto attraverso la “passeggiata dell’amore” ed oltre settecento scalini e l’escursione, ahimè sotto la pioggia, a Santa Maria dei Monti. Tutto ciò alternato a passeggiate nelle famose ville di Ravello e non tralasciando nemmeno l’arrampicata su roccia sulle falesie di Scala, visitate e approcciate da appassionati provenienti da tutto il mondo. Perchè il CAI non è solo montagna, ma cultura, passione ed amore per l’ambiente in tutte le sue forme.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico