Caserta

Venerdì 22, l’Itc Pavese celebra il trentennale dell’istituto

 CASERTA. Venerdì 22 maggio, alle ore 9.30, presso l’Auditorium Provinciale in via Ceccano a Caserta, avrà luogo una manifestazione per celebrare il Trentennale dell’Istituto Tecnico Commerciale Statale “Cesare Pavese”.

Alla presenza di numerose autorità, ex presidi, docenti ed allievi l’intero Istituto sarà protagonista per rievocare trent’anni di attività scolastica che come sottolinea il preside Domenico Squeglia descrivono lo spazio temporale indispensabile per verificare l’incidenza di una istituzione incaricata alla formazione di allievi, che, sapientemente guidati da solerti educatori, hanno dimostrato la grandezza della cultura coniugata con i valori tradizionali di una popolazione laboriosa qual è quella di Terra di Lavoro. Infatti con questo spirito, il preside Squeglia con un apposito comitato organizzatore composto dai docenti Marco Lugni, Giuseppe Mingione, Giovanna Paolino, Rosanna Masiello e Marina Galasso ha raccolto notizie sui trent’anni di attività dell’ Istituto che sono state inserite in una pubblicazione con prefazione dell’avvocato Alberto Zaza D’Aulisio presidente della Società di Storia Patria di Terra di Lavoro, che sarà presentata nel corso della manifestazione con intermezzi musicali curati dai ragazzi del laboratorio guidati dalla professoressa Marina Galasso, dalla band musicale “Fibre Ottiche” e dal prof. Ferdinando Ghidelli, cui seguirà una lettura antologica tratta dalla opere di Pavese da parte dell’attore Massimo Santoro.

“E’ parso – precisa il prof. Marco Lugni coordinatore del comitato organizzatore dell’evento – di dover dare riconoscimento ai tanti dirigenti, docenti, discenti, personale Ata, protagonisti dell’avventura del “Pavese” che ha visto numerosissimi giovani, cresciuti al culto del sapere e della virtù, farsi poi strada nella società, orgogliosi di appartenere a questa terra che ha prodotto non solo uomini forti e coraggiosi, ma anche coscienze ed intelligenze capaci di farsi apprezzare in ogni parte del mondo”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico