Caserta

Tennis, Internazionali di Caserta: l’azzurra Mayr testa di serie n.2

Carmen PintoCASERTA. Grande attesa per le tenniste italiane alle 23ma edizione degli Internazionali femminili di Caserta di tennis, torneo del circuito europeo Itf, da diecimila dollari di montepremi e che prende il via lunedì con gli incontri di primo turno, per concludersi sabato prossimo con la finale per il titolo.

All’evento del Tennis Caserta, che quest’anno compie 50 anni di storia, le tenniste azzurre si presentano con l’atleta di punta, Evelyn Mayr, che sarà seconda testa di serie, dietro la favorita numero 1, l’attesa belga Marlot Meddens. L’azzurra esordirà contro la connazionale Coppola mentre la belga troverà come primo ostacolo l’altra azzurrina Scimone. Particolare attesa anche per un’altra italiana che per anni è stata promessa del nostro tennis e che adesso sta cercando la strada per risalire: si tratta di Giulia Gatto Monticone, tra le top 4 favorite, che misurerà la forza della brasiliana Miro. figlia della vincitrice del torneo nel 1986, Giselle Miro. In tabellone sono entrate altre azzurre di grandi speranze: la Di Giuseppe, la Grymalska, la Vadeanu, la Zanchetta. Insomma, una partecipazione di assoluta qualità in prospettiva che accenderà i riflettori del settore tecnico nazionale sul torneo casertano. C’è spazio anche per il tennis napoletano: in tabellone arriva Sara Savarise, da tempo con la Casillo, la giocatrice che svolge più attività internazionale in Campania. La Savarise esordisce proprio contro la Vadeanu in un match sulla carta molto difficile. In gara Carmen Pinto (nella foto) del Tennis Caserta, opposta alla belga Boeykens. Proprio la Casillo torna in gara a Caserta, esordendo contro la serba Kozic. Occhio infine alla francese Thorpe, inserita in tabellone tra le top 4 del torneo. Domani via al primo turno degli Internazionali di Caserta femminili: Savarise e Pinto subito in campo per quanto riguarda il tennis campano ma ci saranno gli esordi anche della Thorpe (contro Zanchetta) e delle azzurre Grymalska, Di Giuseppe e Zanchetta.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico