Caserta

“Scuola Insieme” si occupa della prevenzione del diabete

Adele VairoCASERTA. La prevenzione del diabete inizia tra i banchi di scuola. L’iniziativa è organizzata dal consorzio “Scuola Insieme” – costituito dall’Isiss “Taddeo da Sessa” di Sessa Aurunca (dirigente scolastico Marina Campanile), …

… dalla scuola media di Macerata Campania (Maria Bianco), dalla direzione didattica di Macerata Campania (Laura Nicolella), dal Liceo Scientifico e Classico “Quercia di Marcianise (Diamante Marotta), dall’istituto Comprensivo “Ruggiero” di Caserta (Adele Vairo, nella foto), – e coinvolgerà, per tutto il mese di maggio, studenti, genitori e personale della scuola.

Questo il calendario: 5 maggio, scuola media Macerata Campania; 7 maggio, direzione didattica Macerata Campania; 9 maggio, entrambe le scuole di Macerata Campania, presso la Direzione Didattica; 16 maggio, Liceo scientifico “Quercia” Marcianise; 21 maggio, Isis “Taddeo Da Sessa” Sessa Aurunca; 23 e 28 maggio, Istituto comprensivo “Ruggiero” Caserta.

Gli incontri di formazione saranno effettuati in collaborazione con il dott. Gaetano Sodo, specialista in malattie del metabolismo e diabetologia, ed il dott. Raffaele Amodio, Informatore scientifico del farmaco e specialista del diabete.

“L’educazione sanitaria – sottolinea il presidente del consorzio Scuola Insieme”, Marina Campanile – dovrebbe essere introdotta da subito nelle scuole. I bambini obesi sono potenziali diabetici domani, per cui appare di fondamentale importanza spiegare in maniera comprensibile ed accattivante, ma con un taglio assolutamente “scientifico”, come deve essere una corretta alimentazione ed uno stile di vita sano. Per questo bisogna intervenire prima su chi sta bene, e fargli comprendere che cosa deve fare e come si deve comportare per prevenire il diabete”.

Di qui l’iniziativa organizzata dal Consorzio “Scuola Insieme”, che si preannuncia innovativa sul territorio perché, per la prima volta in provincia, scuole consorziate promuovono un programma comune di prevenzione sul diabete che, di fatto, rappresenta oggi l’emergenza sanitaria e sociale da affrontare nei prossimi anni.

“Il mutare dello stile di vita, sempre più improntato alla sedentarietà ed alla freneticità delle occupazioni, lo stress psicofisico, l’alimentazione ricca di proteine e grassi – spiega il dottor Gaetano Sodo – comporta già da oggi un massiccio incremento di questa condizione morbosa a livello mondiale, con la risultante che l’aspettativa di vita è destinata progressivamente a ridursi e con il tempo la “Diabesità” sarà, in un futuro non lontano, la causa primaria di decessi I numeri ci suggeriscono, che siamo dinanzi ad una vera e propria emergenza generazionale se si pensa che entro il 2025 gli obesi saranno quasi 700 milioni ed i diabetici 300 milioni in tutto il globo. Contestualmente aumenterà l’incidenza di Diabesità nella popolazione infantile ed adolescenziale e la conseguenza più ovvia è che i bambini e gli adolescenti obesi di oggi saranno i diabetici di domani”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico