Capua - Grazzanise - Vitulazio - Camigliano - Pastorano - S.Maria la Fossa

Santa Maria la Fossa, Russo aderisce all’area Letta

Enrico LettaSANTA MARIA LA FOSSA. Un percorso naturale quello di Luigi Russo, classe 1960, consigliere comunale a Santa Maria la Fossa dal 2004, Partito Popolare, Margherita, Pd e infine il graduale passaggio all’area moderata e dunque all’area Letta con il gruppo del consigliere regionale Giuseppe Stellato.

Un iter sempre all’insegna della trasparenza che lo ha portato a scelte politiche coerenti. Alle porte delle prossime elezioni comunali, Russo, piuttosto che perorare la propria riconferma, ci tiene a ricordare quanto il comune all’interno del quale vive, lavora e opera abbia dato al territorio provinciale e regionale in termini di emergenza ambientale.

“Santa Maria La Fossa è un comune tranquillo – spiega Russo – potrebbe essere amministrato con garbo e attenzione e invece si trova sempre il modo di complicarsi la vita: la problematica principale, ovviamente è l’ambiente, siamo stati martorizzati per quanto riguarda la questione rifuti, è sotto gli occhi di tutti. La discarica di Ferrandelle è stata chiusa ci dite, è vero, era pur ora, ma a cento metri di distanza c’è Maruzzella, un sito che non è nemmeno una discarica, semplicemente un fosso. Abbiamo il terrore di un riutilizzo a breve. Speriamo quanto meno in una bonifica di quel territorio, perchè di certo non possiamo continuare a vivere con le nostre case a ridosso di questi posti. Ma non è finita, questi siti sono tutti concentrati qui da noi: Parco Saurino1, Parco Saurino2, e pure il 3; adesso stanno costruendo l’inceneritore. Insomma è così palese che la nostra politica oggi deve e dovrà essere tutta concentrata sull’ambiente. Voglio ricordare che questo è un territorio prettamente agricolo, con prodotti anche doc, come la mozzarella dei Mazzoni. Dopo gli insediamenti dei rifiuti è stata tutto una catastrofe, anche la nostra piccola economia. Il volano di sviluppo del nostro territorio dovrebbe essere proprio l’ambiente, integrato con la progettualità dell’aeroporto Civile di Grazzanise che sta a ridosso del nostro territorio. Voglio lanciare un appello: già il giorno dopo le elezioni, chiunque di noi sia salito, dovrà lavorare immediatamente per dare un volto diverso a questo paese. Non è più possibile che sia soltanto un luogo di passaggio per recarsi al mare, una sorta di gran capannone, un dormitorio. Pensiamo anche che Santa Maria La Fossa è un paese dal quale i giovani stanno andando via, proprio per questo bisogna trovare risposte concrete, concertando con le varie istituzioni superiori. Noi ci siamo sacrificati tanto per la Campania, adesso cerchiamo di raccogliere quello che ci spetta e il giusto ristoro per i giovani, per gli anziani, per le fasce deboli, creando un meccanismo virtuoso per cui si possa restare a vivere in questo paese. La politica oggi è in totale evoluzione, noi stessi dobbiamo evolvere andando però verso obiettivi di concertazione. Io sono un moderato, la politica di Letta e dell’amico Stellato mi si cuce in pratica addosso; spero di continuare un percorso che sento saggio ed equilibrato, apportando il mio contributo di idee e voglia di fare”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico