Napoli Prov.

Montemarano (Pd): “Scotti si deve dimettere”

Montemarano NAPOLI. Durissima presa di posizione del consigliere del Pd Emilio Montemarano sulla spinosa e difficile situazione dei vigili urbani di Napoli. “L’assessore Scotti se non è capace si dimetta, mentre il comandante Sementa …

… si faccia un’analisi di coscienza sulla disastrosa, assurda ed inconcepibile gestione della polizia Municipale”, così esordisce l’esponente del Pd. Tanti gli argomenti sul tavolo finiti nel mirino di Montemarano: “Allo sciopero contro i metodi e le inconcepibili decisioni di Sementa hanno partecipato 1400 caschi bianchi su 2300. Un numero elevatissimo che da solo rappresenta la sussistenza nel corpo della polizia municipale di seri problemi da affrontare con urgenza. Non si può pensare che i 1400 vigili che sono scesi in piazza sono fannulloni o delinquenti. Una tesi assurda che respingo con forza. Chi pensa questo dovrebbe vergognarsi ed è evidente che vuole coprire i reali problemi da affrontare”.
Ancora: “Su troppe situazioni e decisioni ci sono ombre e sospetti di una gestione che appare scellerata. Innanzitutto, è assurdo che le 12 unità operative e 4 speciali siano tutte affidate a persone riconducibili alla stessa area sindacale. Qual è il disegno dietro queste scelte? E’ stata creata la Polizia ambientale e nessuno sa a cosa serva e quali sono stati i criteri adottati per scegliere il personale. Con Carriola sono stati trasferiti i 6 funzionari storici del Comando, quasi a volerli punire per chissà che cosa, li hanno confinati in un angolino. Se ci sono cose strane vengano fuori con chiarezza”. Emilio Montemarano boccia senza mezzi termini la scelta del comandante Sementa di dare come unica priorità le operazioni di polizia giudiziaria. “Ben venga il raccordo tra le forze dell’ordine – continua Montemarano -, ma l’attività dei vigili urbani, come priorità, deve essere la vivibilità della città. Non si possono abbandonare compiti delicati come la viabilità, il traffico. Un dato certo è che Napoli ogni giorno è in tilt e il Comando non fa nulla per migliorare la situazione. Si pensa alle grandi operazioni mediatiche, come quelle dei gazebo, del Madre, della movida. La legalità va garantita ma il dato ridicolo è quando la lotta all’illegalità diventa una rappresentazione quasi teatrale”.
Un altro argomento scottante affrontato dal consigliere del Pd è quello dei 600 vigili risultati non idonei al servizio stradale. Su questa vicenda è ancora in atto una inchiesta della magistratura. “Massimo rispetto per la magistratura che deve compiere le proprie indagini col massimo supporto ed in maniera serena – conclude Montemarano -. Ma un tema così difficile e spigoloso è stato totalmente tralasciato dal comandante Sementa e dall’assessore Scotti. Non è stata avviata nessuna indagine interna, né adottati provvedimenti per colpire eventuali furbate ai danni dell’efficienza e dell’operatività del corpo. Sementa deve fermarsi e valutare le scelte devastanti che ha attuato in questi mesi, le quali hanno solo raggiunto l’obiettivo di spaccare il Comando. Di fronte all’incapacità mostrata dall’assessore Scotti, c’è solo una soluzione. Le dimissioni immediate”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico