Aversa

Gestione rifiuti, Cannavale e Rosato perplessi sulla decisione di Ciaramella

 AVERSA. “C’è il rischio concreto che la gara per l’assegnazione del servizio di igiene urbana vada deserta perché non crediamo siano in molti i soggetti privati pronti a gettarsi nel settore, considerate le condizioni in cui versa nelle nostre zone”.

Le opposizioni, con gli esponenti de “La Destra” Pino Cannavale e de “La Sinistra” Mimmo Rosato (Rifondazione e Comunisti Italiani) avanzano perplessità in merito alla scelta dell’amministrazione Ciaramella di affidare il servizio ad un soggetto privato ed accennano alla possibilità di rivedere la decisione scegliendo di istituire un servizio di gestione comunale. Inoltre, da parte sua, Cannavale aggiunge anche che necessiterebbero interventi urgenti per evitare che il caldo incalzante riporti, come sta già facendo, diffonda l’odore nauseabondo del percolato rimasto nell’asfalto dopo l’emergenza dei mesi scorsi. Circostanza che si sta già verificando in alcune zone come piazza Magenta e via Diaz.

Sulla vicenda della gara risponde l’assessore al ramo Luciano Luciano che afferma: “L’amministrazione ha seguito le indicazioni legislative in materia che prevedono l’assegnazione al privato con gara ad evidenza pubblica. Il bando è già stato inviato alla prefettura e per noi la gara è già stata praticamente bandita”. Lo stesso Luciano ritorna sulla richiesta avanzata al sottosegretario Bertolaso dove si evidenziava una nuova emergenza ad Aversa ad opera dell’Articolazione Territoriale Ce2. “Dalla Missione Amministrativo Finanziaria è stata ventilata la possibilità di intervenire in danno, ma da parte nostra stiamo valutando di denunziare il Consorzio Unico per interruzione di pubblico servizio senza motivazione alcuna, visto che l’unica crisi e tutta all’interno del Consorzio stesso”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico