Aversa

Arma Aeronautica, premiati vincitori del 2° concorso di disegno

da sin. Maiorca, Andreozzi e CiaramellaAVERSA. Nella sala teatro della scuola media statale “G. Parente” di Aversa si è tenuta la premiazione del secondo concorso di disegno “Desiderei volare come…” indetto dall’Associazione Arma Aeronautica, sezione di Aversa, intitolata al capitano pilota Nicola Spatarella.

Alla cerimonia sono intervenuti il sindaco di Aversa, domenico Ciaramella, i consiglieri comunali Stefano Di Grazia, Nicola De Chiara e Michele Galluccio, i dirigenti delle scuole partecipanti al concorso, rappresentanti della famiglia Spatarella, il maresciallo pilota Pasqualino Andreozzi, decorato di Medaglia d’Argento al Valor Militare, numerosi alunni delle Scuole elementari e Medie della città di Aversa accompagnati dai docenti e dai genitori. Ha aperto la cerimonia il presidente dell’Associazione Arma Aeronautica di Aversa, generale Francesco De Felice, coadiuvato dal vicepresidente maresciallo Giosuè Lettieri e dai consiglieri maresciallo Mario Maiorca (in foto con la premiata Lucrezia Della Volpe), maresciallo Giuseppe Bottone, maresciallo Nicola Virgilio e maresciallo Emilio Stella.

Il Generale De Felice ha ringraziato dell’ospitalità la preside della scuola “Parente”, professoressa Ferrara, rappresentata dal vicepreside professor Vincenzo Maiorca. Passando al concorso, De Felice ha chiarito che è stato rivolto agli alunni delle elementari e delle medie di primo grado, per i migliori disegni sul tema. “Esso rappresenta, per noi dell’Associazione Arma Aeronautica, – ha detto il generale – un importante appuntamento con il mondo della scuola e trova la sua collocazione nella tradizione della nostra forza armata, l’Aeronautica Militare, che da sempre è impegnata nel campo dell’istruzione e più in generale ad avvicinare i giovani ed i giovanissimi alla cultura aeronautica”.

Il maresciallo Maiorca con la premiata Lucrezia Della VolpeGli elaborati prodotti sono tanti, circa 800, e tutti molto belli, espressivi, creativi e la commissione giudicatrice a fatica ha individuato i vincitori. La difficoltà di scegliere, è stata superata introducendo dei premi per la creatività. I lavori premiati costituiscono un riconoscimento al particolare impegno che le scuole qui rappresentate hanno manifestato. Tutti i lavori presentati hanno dimostrato una vivacità e una freschezza propositiva che ci induce ad infittire il dialogo con i nostri giovani, e a saperli ascoltare, saper cogliere i messaggi che anche con questi piccoli capolavori ci mandano. I loro colori solari, i loro racconti, le loro immagini, le loro forme sono capaci di offrire una raffigurazione pulsante di vita, di interessi, di potenzialità, di fiduciose attese.

Dopo la premiazione, la famiglia Spatarella ha voluto riservare un premio fuori concorso (un buono di 100 euro) da spendere presso un noto negozio di informatica di Aversa, al miglior alunno distintosi nell’anno e indicato dalle Scuole. Il premio è andato all’alunno Emanuele Fortunato della “G.Parente” e lo ha consegnato la signora Eva Spatarella, sorella del Caduto.

il gruppo dell'Arma AeronauticaAl termine della premiazione, il sindaco ha preso la parola per sottolineare l’importanza del concorso rivolto alla gioventù aversana. Ha fatto riferimento alla visita effettuata lo scorso dicembre, con l’Associazione Arma Aeronautica, all’Accademia Aeronautica di Pozzuoli ed ha esortato gli insegnanti presenti a visitare insieme agli alunni la struttura che sarà certamente interessante ed istruttiva sotto ogni punto di vista. E, mantenendo fede alla promessa fatta al generale De Felice proprio in occasione della visita all’Istituto aeronautico, prendendo come spunto la giornata del decorato che sarà festeggiata a Roma il prossimo 25 maggio, Ciaramella ha voluto consegnare una targa di riconoscimento della città di Aversa al maresciallo pilota Pasqualino Andreozzi (nella foto) decorato di medaglie d’argento al Valor Militare, ricordando con lui tutti i cittadini aversani che hanno reso onore alla città. La consegna della targa davanti ad una platea di giovanissimi è stata la cornice ideale per saldare quel filo che unisce due generazioni.

la premiazione di Andreozzi

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico