Villa Literno

Fabozzi: “Siamo vittime di una congiura politica”

Municipio di Villa LiternoVILLA LITERNO. “Le notizie trapelate negli ultimi giorni e diffuse da alcuni organi di stampa non fanno altro che confermare ciò che tutti noi sappiamo, …

… che cioè l’invio della Commissione d’Accesso deciso dall’ex Prefetto di Caserta Maria Elena Stasi (attuale senatore del centrodestra) rientra in un chiaro progetto politico volto alla delegittimazione della mia persona e dell’amministrazione comunale che negli ultimi sei anni ho guidato con risultati acclarati e apprezzati a livello regionale”.

Così il sindaco di Villa Literno, Enrico Fabozzi, dopo la richiesta di scioglimento del Consiglio comunale inviata dal Prefetto Ezio Monaco al ministro degli Interni Roberto Maroni, sulla quale il Consiglio dei Ministri deciderà domani o giovedì prossimo a L’Aquila.

“Ci saremmo aspettati – continua Fabozzi – che le istituzioni sostenessero e garantissero il nostro sforzo di legalità e non contribuissero, al contrario, a distruggere in questo modo il nostro territorio. Resto convinto però che questo modo di fare politica, insito nel Dna di alcuni personaggi (politici e affaristi)della zona casalese, non deve assolutamente prevalere. Per questo mi batterò con tutte le mie forze per fare in modo che la verità abbia la meglio, in difesa del territorio e dei cittadini di Villa Literno, prima ancora che dell’amministrazione che rappresento.

La vocazione antimafia di questa amministrazione comunale è stata confermata in innumerevoli occasioni, non ultima la firma del protocollo anticamorra a Casal di Principe. Ci siamo impegnati, con altri Comuni, ad allestire una stazione unica appaltante per evitare infiltrazioni nelle procedure di assegnazione dei lavori pubblici. Io stesso mi sono fatto baluardo della difesa della legalità pagando anche personalmente questo mio chiaro impegno.

Appuntamenti importanti attendono Villa Literno, a cominciare dalla definitiva approvazione del Piano Urbanistico Comunale (Puc, ex piano regolatore) che, atteso da tempo immemore, finalmente darà al territorio liternese gli strumenti per svilupparsi non solo dal punto di vista urbanistico ma anche e soprattutto economico e sociale. È in atto una Riqualificazione urbana e ambientale che interessa tutto il territorio cittadino: finalmente i Liternesi avranno fognature e rete idrica, marciapiedi e lampioni, e strade realizzate come si conviene ad un paese civile. Nei prossimi anni, a seguito del protocollo d’intesa per la realizzazione di un Polo Scolastico, recentemente firmato con la Regione Campania e la Provincia di Caserta, i nostri giovani potranno crescere nella cultura e nel rispetto, formandosi, qui, a Villa Literno, alla multiculturalità.

Vogliamo parlare di ambiente? Siamo l’unico Comune che ha saputo attuare una seria e rigorosa politica di bonifica ambientale: enormi siti come Cuponi Sagliano e Masseria Annunziata sono stati tolti alle grinfie delle ecomafie e saranno presto restituiti alla collettività. Per non parlare del sito Ecoleader, dove sei anni fa, quando ci insediammo, erano ancora calde le ceneri dell’incendio che distrusse un deposito di pneumatici. E che dire dei big bags che abbiamo fatto togliere dalle campagne? Nel frattempo abbiamo realizzato – unico Comune in provincia di Caserta – un’Isola Ecologica all’avanguardia, che presto entrerà in funzione.

Temo che le voci arrivate anche al mio orecchio siano purtroppo veritiere: Villa Literno, la sua amministrazione, i suoi cittadini, il suo territorio, rischiano di rimanere stritolata all’interno di un gioco di potere che si svolge ai piani alti. Non lo accetteremo. E ci difenderemo in tutte le modalità che la legge ci consente”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico