Sant’Arpino

Pd: “Si trasferisce il mercato contro la volontà degli operatori”

Giovanni D'ErricoSANT’ARPINO. Il Consiglio comunale di ieri sera aveva all’ordine del giorno, oltre al bilancio di previsione, anche un altro argomento molto atteso, lo spostamento del mercato settimanale in via provvisoria da Viale della Libertà a via Barraccone,…

…in adiacenza al campo sportivo, che ha suscitato non poche polemiche e anche qualche attimo di tensione nel pubblico, ove erano presenti una nutrita rappresentanza dei mercatari. La proposta è stata illustrata dall’assessore al ramo, Gianluca Fioratti, che in effetti, ha letto l’atto deliberativo predisposto dagli uffici. Non a caso, il consigliere del Pd, Giovanni D’Errico, che nel passato ha ricoperto proprio il ruolo di Assessore delegato al mercato, chiedeva al Fioratti di dare la motivazione e la valutazione di tale scelta, anche in considerazione del fatto che esiste anche una proposta di allocazione definitiva in altra zona. L’assessore ha sostenuto che il provvedimento rispondeva all’esigenza di liberare un’area intasata eccessivamente e consentire una migliore collocazione, in attesa di quella definitiva, delle attività di mercato settimanale.

Si è accesa una polemica tra i due rappresentanti politici e in particolare D’Errico sottolineava come il provvedimento era fortemente punitiva nei confronti degli operatori, in quanto lo spostamento da un’area baricentrale, dove affluiva non solo l’utenza di S.Arpino, ma anche quella di Cesa, Orta, Succivo e Gricignano, in una periferica, appunto Via Barraccone, avrebbe provocato un depauperamento economico per gli operatori poiché si riduceva il bacino di utenza e facendo assumere una collocazione marginale al mercato settimanale.

A sostegno delle sue motivazioni, il consigliere D’Errico consegnava alla Presidenza del Consiglio una petizione contro lo spostamento di oltre 1200 cittadini e di circa 90 operatori (quasi la totalità dei presenti settimanalmente) del mercato. La maggioranza non ha preso in alcuna considerazione la proposta di ritiro della delibera e ha proceduto nella votazione, che ha sancito lo spostamento con 14 voti favorevoli e 5 contrari. Naturalmente delusi i rappresentanti dei mercatari presenti in Consiglio, che hanno anche vivacemente protestato e che, per disposizione del Presidente del Consiglio, i vigili urbani hanno allontanato dall’aula.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico