Sant’Arpino

Pd: “La maggioranza fa propaganda e falsifica i fatti”

PdSANT’ARPINO. “Siamo alla propaganda pura e alla falsificazione dei fatti”. Così il Partito Democratico reputa le dichiarazioni rilasciate dalla maggioranza in merito agli ultimi argomenti approvati in Consiglio comunale.

“E’ veramente allucinante. In genere chi legge si aspetta di ricevere delle notizie rispetto a quanto si è deciso di approvare. Cominciamo dal Bilancio: non una cifra, non un’indicazione concreta sui progetti e sui programmi. La principale linea guida è una banalità. Forse i bilanci degli anni precedenti erano approvati senza il rispetto delle norme e delle leggi? E i revisori dei conti avrebbero attestato il falso? Sconcertante, poi, la presunzione che alcuni interventi ‘normali’ e ‘naturali’ siano stati adottati per far fronte alla grave crisi economica mondiale. Noi ribadiamo che questo Bilancio così come strutturato creerà non pochi problemi di gestione ed i tempi dimostreranno la validità delle nostre preoccupazioni. Inoltre, nessuno riferimento alla nostra denuncia della assoluta disattenzione, anche in termini di impegni finanziari, verso le politiche giovanili e delle pari opportunità.

Del tutto singolare, poi, l’intervento dell’assessore ai Lavori Pubblici, Elpidio Iorio, il quale mistifica sapendo di mistificare. In Consiglio, di fronte a precise contestazioni non replica, perché sa di non poter replicare, anzi quasi abbozza e, in qualche misura, dà anche atto della giustezza delle osservazioni, come nel caso del costo di allacciamento e del parcheggio. Infatti, l’aumento del costo è stata un’invenzione di questa Amministrazione. La determina numero 41 del 2009 è stata adottata dai responsabili degli Uffici, d’intesa con l’assessore Iorio che ora corre ai ripari rendendosi conto della gaffe e basterebbe leggere la deliberazione approvata in Consiglio comunale. Quel costo maggiorato è stata una pura invenzione e grazie alla nostra interrogazione è stato eliminato.

Per il parcheggio, l’assessore si è trincerato, di fronte alle precise obiezioni sulla legittimità dell’atto, dietro l’affermazione che dell’atto la responsabilità è dei tecnici che l’hanno preparato e sottoscritto. In quanto alla noncuranza dei ‘precedenti amministratori’, Iorio sa bene di affermare cosa non vera e per la seconda volta fa delle insinuazioni, denigrando e diffamando, facendo riferimento ad interessi per ‘altri aspetti della vicenda metano che non i problemi reali dell’amministrazione’. Grazie all’attenta gestione dei precedenti amministratori sono stati realizzati circa 2mila metri di linea in più senza costi aggiuntivi per il Comune e gli utenti. La stessa delibera di ‘revoca’ dei famosi 150 euro era inutile se gli attuali amministratori avessero fatto rispettare, in maniera coerente e stringente, la concessione già sottoscritta. Il nuovo accordo è una pura invenzione per riparare alla figuraccia fatta nei confronti dei 150 richiedenti. Invitiamo, poi, l’assessore ad essere più chiaro, anche per consentirci di dare qualche risposta in più in tutte le sedi che lui ritenesse opportune. Alle allusioni, tipiche di altri soggetti ‘particolari’, è impossibile poter rispondere.

Infine, per il mercato settimanale l’assessore Fioratti sa bene che nessuna delegazione degli operatori è stata mai ascoltata sulla questione del trasferimento e che i problemi di intasamento dell’arteria di via De Gasperi si possono attribuire in maniera molto marginale alla fiera settimanale e basterebbe vedere quello che accade tutti i giorni e in particolare in quelli festivi”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico