Sant’Arpino

La maggioranza al Pd: “Che fine ha fatto l’atteggiamento costruttivo?”

Eugenio Di Santo e alcuni esponenti della maggioranzaSANT’ARPINO. La maggioranza
guidata dal sindaco Di Santo replica alle ultime dichiarazioni del Partito
Demcoratico che l’ha accusata di “fare propaganda e falsificare i fatti”.

“L’ultimo
comunicato del Partito Democratico
– si legge in una nota di “Alleanza
Democratica” – ancora una volta ci conferma lo stato di confusione e di
sbandamento politico ormai sempre più
evidente della stessa forza politica, in particolare del suo gruppo consiliare.
Già qualche consigliere, con grande senso di responsabilità, ha deciso di
prendere le distanze da questo modo di fare politica che altro non garantirà che
la perdita di ulteriori consensi.

Pensavamo che la sconfitta elettorale,
rimediata ormai già da un anno, avesse consigliato una maggiore riflessione
nelle strategie politiche da adottare. A dire il vero il comunicato ultimo ci
meraviglia ancora di più perché fa seguito solo di pochi giorni al consiglio comunale
in cui l’opposizione, contro ogni nostra aspettativa, aveva assunto un atteggiamento
costruttivo. La qual cosa ci lasciava ben sperare in un rapporto dialettico ma
capace davvero di porre al centro delle questioni i problemi della
cittadinanza. Ciò non è stato e ce ne rammarichiamo, tuttavia speriamo in un
urgente ravvedimento del Pd nell’interesse dell’intera Comunità.

E veniamo alle
questioni poste. Sul bilancio il vostro intervento è semplicemente farneticante
dal momento che il documento contabile di previsione approvato è una
programmazione concreta e non di fantasia.Un buon lavoro svolto con oculatezza
e competenza dall’assessore Salvatore
Brasiello
. Non siamo stati certamente noi a sostenere che quindici anni fa
si approvavano bilanci falsi, ma bensì il consigliere Savoia che ad onor del
vero non è la prima volta che fa una simile affermazione. Peraltro ci
meraviglia non poco questa dichiarazione del Savoia dal momento che proprio
qualche sindaco dell’epoca “incriminata”
è oggi uno dei suoi principali collaboratori. Noi ribadiamo la validità,
la trasparenza e l’efficacia del
documento finanziario approvato senza presunzioni e senza inutili proclami,
facendo sommessamente notare che gli interventi “normali” e “naturali” sono
stati adottati per la prima volta a
Sant’Arpino per venire incontro alle esigenze dei nostri concittadini in
difficoltà. Nonostante i continui tagli, va notato che il bilancio 2009, per la
prima volta dopo alcuni anni, non aumenta tasse e tariffe comunali.

Rispetto
alle politiche giovanili e delle pari opportunità, gli stanziamenti previsti in
bilancio sono superiori agli anni precedenti e il lavoro che si sta portando
avanti nei due settori è innovativo e efficace grazie al grande impegno dei due
giovani e brillanti consiglieri delegati, Salvatore
Lettera
e Maurizio Di Serio.

Ancor
più sconclusionato è l’intervento fatto sulle problematiche di competenza
dell’assessore Elpidio Iorio che ha
lavorato con straordinaria dedizione per risolvere la questione del costo per
l’allacciamento del metano e per la realizzazione di un parcheggio a ridosso
del Palazzo Ducale. Ribadiamo ancora una volta che il costo che si sarebbe
dovuto pagare per l’allacciamento del metano era dovuto in particolare per due
motivi: il rispetto di quanto stabilito dalla convenzione vigente e proposta
dall’assessore dell’epoca Savoia; una cattiva programmazione nei lavori per la
realizzazione della rete metano che non ha previsto l’allacciamento per
centinaia di famiglie. Merito dell’amministrazione è stato quello di prevedere
forme di deroga a quanto previsto da precedenti deliberati pur di esonerare di
questo costo beffa i cittadini. Ci meraviglia che dopo aver elogiato in
consiglio e con comunicato stampa il lavoro dell’assessore Iorio oggi in
maniera subdola lo si fa diventare oggetto di critiche.

Sul parcheggio è bene
ribadire che il centro si doterà di un’opera a costo zero grazie alla capacità
di dialogo e mediazioni dell’Amministrazione del sindaco Eugenio Di Santo. Il
progetto sarà realizzato in concerto con la competente Soprintendenza e non
prevederà affatto cementificazioni come falsamente tenta di far credere
l’opposizione. Il problema vero è che a differenza di Savoia e company noi le
cose le pensiamo e le realizziamo anche.

Sul trasferimento del mercato, va la
nostra solidarietà all’assessore Gianluca Fioratti, fatto oggetto di
strumentalizzazioni e critiche infondate. In consiglio comunale artatamente
sono stati fomentati degli ambulanti (una ventina sugli oltre ottanta presenti
il venerdì alla fiera settimanale) che anche con maniere improprie hanno
tentato di intimidire la maggioranza che invece è andata avanti nella
programmazione di riordino del mercato. E’ infatti inconcepibile che si svolga
ancora per strada e in condizioni igieniche e di sicurezza altamente precarie. Più che le polemiche ci interessa dotare il mercato di tutti i servizi
necessari e in grado di far svolgere la fiera nel migliore dei modi per la
gente e i gli ambulanti”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico