San Marcellino

Le associazioni esprimono solidarietà all’Imam della Moschea

 SAN MARCELLINO. I cittadini e i rappresentanti delle associazioni Jerry Masslo, Casa dei diritti sociali, Sinistra 2000, Amici della Musica, Otherfaces, Pro Loco Casapesenna e Popoli senza Frontiere, …

… partecipanti al corso di formazione alla politica responsabile inserito nel progetto “Cittadini in Cammino” finanziato dall’Assessorato alla Formazione della Regione Campania, intendono esprimere vicinanza e solidarietà a Nasser Hidouri, Imam della moschea di San Marcellino coinvolto in una recente indagine sul terrorismo islamico. L’Imam, coinvolto in un indagine su presunte cellule di Al Qaida presenti sul territorio nazionale, risulterebbe in contatto con alcuni immigrati islamici appartenenti ai suddetti gruppi eversivi.

“Per noi che conosciamo Nasser da anni – spiegano nella nota i promotori del documento – e che constatiamo da vicino il suo impegno sociale ed il suo quotidiano lavoro, le esperienze coltivate insieme bastano da sole a farci schierare al suo fianco testimoniando il nostro affetto umano e la nostra stima. Speriamo che si faccia chiarezza su questa vicenda dai contorni poco chiari e che una volta conclusa non resti nessuna macchia ad oscurare le iniziative condotte negli anni e la reputazione di un uomo leale oltre che di un riconosciuto leader religioso”. I rappresentanti delle associazioni si daranno appuntamento lunedì 6 aprile alle 19 nella moschea di San Marcellino per portare un saluto all’Imam e testimoniargli direttamente vicinanza e solidarietà.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico