San Felice a Cancello - Santa Maria a Vico - Arienzo - Cervino

Savinelli (Ln) su termovalorizzatore

TermovalorizzatoreSAN FELICE A CANCELLO. “E’ pervenuta a quasi tutti i cittadini di S.Felice a Cancello una nota a firma del sottosegretario per l’emergenza rifiuti della Campania dott. Guido Bertolaso nella quale, oltre a tracciare le linee concernenti la sicurezza dell’impianto del Termovalorizzatore di Acerra, …

… lasciava intravedere le prospettive di natura economica ed i benefici occupazionali derivanti dalla presenza sul territorio del nuovo e moderno impianto. La nota, redatta a firma del sottosegretario, è stata divulgata dall’amministrazione comunale di S.Felice a Cancello che, vantandosi di essere stata chiamata a far parte, unitamente a numerosi comuni, dell’Osservatorio ambientale, ritiene di essere l’unico interlocutore abilitato a discutere di problematiche del territorio in tutti gli aspetti che l’impianto consentirà di realizzare. Pur volendo accantonare le gioiose manifestazioni di opposizione alla costruzione del termovalorizzatore cui incoscientemente e populisticamente parteciparono gli amministratori di S.Felice a Cancello col sindaco addobbato in alta uniforme per protestare contro un impianto che eliminava la spazzatura dalla strada, che lui stesso ammucchiava davanti la propria abitazione od in siti altamente onerosi per la pubblica amministrazione, riteniamo doveroso rammentare e far presente a quanti intendono speculare o commercializzare vantaggi e benefici che l’impianto è stato costruito con soldi pubblici, gestito da amministrazioni a maggioranza altamente pubbliche e che qualsiasi intervento sarà adottato dovrà essere segnalato ai cittadini e tutti indistintamente devono poter concorrere ai benefici che arrecheranno la nuova struttura.
La Lega Nord, attraverso la sua rappresentanza provinciale e comunale, farà sentire la propria voce e la propria presenza, chiedendo al sottosegretario dott. Bertolaso di essere coinvolta nelle decisioni che verranno adottate in quanto non si sente rappresentata dall’attuale amministrazione e non intende consentire una gestione clientelare dei vantaggi che eventualmente deriveranno né delegare ad altri presenze e decisioni. La Lega Nord di Caserta chiederà, inoltre , al sottosegretario che, ove possibile, nelle riunioni che si terranno, di coinvolgere anche le forze politiche, che, pur non avendo rappresentanza nelle pubbliche amministrazioni locali, provinciali o regionali per la recente costruzione della propria presenza sul territorio, sono in grado di esprimere competenze, esperienze e professionalità in grado di fornire tutta la collaborazione necessaria ad una struttura di primaria importanza, grazie alle iniziative assunte nelle zone ove la presenza della Lega Nord è consistente e determinante per le scelte a favore delle comunità locali.
La Lega Nord, oltre al caso specifico che seguirà meticolosamente, chiederà all’Amministrazione Provinciale, attualmente in gestione commissariale, di conoscere tutte le iniziative clientelari, in materia di lavori pubblici, urbanistica ed occupazionali assunte chiedendone l’annullamento per evidente abuso d’ufficio, voto di scambio, e cattiva gestione della cosa pubblica attivando, ove la norma lo consente, la ” class action ” o la richiesta di intervento della Corte dei Conti per tutte le illegittime e dolose azioni poste in essere nelle conduzione della cosa pubblica”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico