Italia

Il Senato approva dl sicurezza: niente norme su ronde e Cie

Roberto Maroni, ministro dell'InternoROMA. L’Aula del Senato ha approvato il decreto legge sulla sicurezza che non prevede le norme sulle ronde e sulla proroga dei Cie (Centri di identificazione ed espulsione per immigrati).

Il dl era già stato approvato dalla Camera che aveva escluso tali norme che, molto probabilmente, saranno inserite in un altro provvedimento. La votazione è avvenuta quasi all’unanimità (favorevoli Pdl, Lega, Pd, Idv e Udc), contrari i senatori radicali.

Il dl sicurezza contiene una serie di modifiche che concernono il codice penale e il codice di procedura penale. In particolare, all’articolo 1 viene sostanzialmente reintrodotta un’aggravante per il caso in cui il reato di omicidio faccia seguito al delitto di violenza sessuale, violenza sessuale su minori e violenza sessuale di gruppo. Viene anche introdotta l’aggravante nel caso di reato di omicidio compiuto dallo stesso autore del delitto di atti persecutori, comunemente denominato stalking. Vi sono poi una serie di modifiche del codice di procedura penale che riguardano misure cautelari personali, con un significativo ampliamento per le associazioni a delinquere; la tratta e riduzione in schiavitù delle persone; il sequestro di persone; i reati di terrorismo; prostituzione minorile; pornografia minorile ed iniziative turistiche volte al favoreggiamento della prostituzione minorile.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico