Italia

Annozero, Vauro sospeso. Polemica Santoro-Vespa

Santoro-VespaROMA. La Rai prende provvedimenti contro la trasmissione “Annozero” di Michele Santoro dopo la discussa puntata di giovedì scorso che ha evidenziato presunte carenze nelle operazioni di soccorso dei terremotati d’Abruzzo.

Sospeso il vignettista “Vauro” che, durante la stessa puntata, ha parlato, attraverso una delle sue illustrazioni satiriche, di “Aumento delle cubature…dei cimiteri”, giudicata “gravemente lesiva dei sentimenti di pietà dei defunti e in contrasto con i doveri e la missione del servizio pubblico”.

Il direttore generale di viale Mazzini, Mauro Masi, ha chiesto a Santoro di attivare, sin dalla prossima puntata, “i necessari e doverosi riequilibri informativi specificatamente in ordine ai servizi andati in onda dall’Abruzzo”.

Nei confronti di Santoro, dopo le critiche dei giorni scorsi da parte di Berlusconi, Fini e altri esponenti del centrodestra, lancia strali anche il suo collega di “Porta a Porta” Bruno Vespa, il quale, in una lettera inviata a Giorgio Dell’Arti, autore e conduttore del programma di RadioUno Ultime da Babele, ritiene Santoro “un privilegiato”. “Se io avessi fatto programmi come i suoi, – scrive Vespa – da tempo avrei dovuto abbandonare la Rai. Santoro risponde al direttore generale, io rispondo al direttore di rete. Lui ha tutta la redazione con contratto giornalistico, che ai miei non viene riconosciuto: tant’è che quando fanno causa alla Rai la vincono, proprio grazie al confronto con la redazione di Santoro. Infine, quando io fui epurato dalla Rai mi fu ridotto lo stipendio, mentre Santoro ha beneficiato di un risarcimento di milioni di euro”.

A stretto giro arriva la replica di Santoro che, sul sito di Annozero, scrive: “Dopo Fini, Berlusconi, Gasparri, Cicchitto e Carra, non poteva mancare Bruno Vespa. Comprendiamo le ragioni per le quali a lui converrebbe che Annozero non esistesse ma noi siamo per il libero mercato. Se dovessimo inoltre giudicare la sua qualità giornalistica dalle false notizie e dalle considerazioni infondate che fa sui contratti in vigore nella nostra redazione, dovremmo dedurne che deve rifare l’esame. Invece continuiamo ad avere un certo rispetto delle sue capacità e lo invitiamo a venire da noi con i suoi redattori, in modo che ci possa essere un amichevole confronto sulle rispettive posizioni e sulla realtà delle cose. P.S. Non dimentichi di portare il suo contratto”.

Nella polemica interviene il segretario del Pd Dario Franceschini che, pur riconoscendo la legittimità delle critiche rispetto alla puntata del 9 aprile, che ritiene anche “in buona parte condivisibili”, mette in guardia da episodi che possono essere identificati come “censura politica”.

Il servizio di “Annozero” (da Youtube)

La vignetta di Vauro(da Youtube)

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico