Italia

25 aprile, Berlusconi: “Ci sarò perché non sia di parte”

 Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha annunciato la decisione di voler presenziare alla celebrazione del 25 aprile.

“Ho preso la decisione di celebrarlo, anche se dove sarò lo comunicherò più avanti. – ha annunciato il premier – Credo che ci sia bisogno di dire qualcosa, perché di questa festa non se ne appropri soltanto una parte”. Sulla celebrazione della festa della Liberazione, però, resta ancora accesa la polemica tra maggioranza e opposizione dopo che il segretario del Pd Dario Franceschini aveva invitato il presidente Berlusconi a sfilare insieme per le strade di Milano. La proposta non era piaciuta al ministro della Difesa Ignazio La Russa che aveva consigliato al premier di festeggiare il 25 aprile ma “non tra le bandiere rosse dove lo vuole trascinare, come in una trappola, il leader del Pd”.

Sulla questione, questa mattina, è intervenuto anche il portavoce del presidente Berlusconi Paolo Bonaiuti che aveva sottolineato come l’indecisione fosse motivata dalla paura che qualche manifestante costringa il premier ad abbandonare il corteo come accadde per Letizia Moratti nel 2006: “Si tratta di un episodio molto brutto. Dobbiamo tenere conto anche di questi estremisti”. Intanto nel pomeriggio è arrivato l’invito per Berlusconi anche dal presidente della provincia di Milano, nonché esponente del Pd, Filippo Penati a partecipare al corteo: “Berlusconi sfili accanto a me, dietro al gonfalone”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico