Italia

19 aprile 1820, ritrovata la Venere di Milo

 Accadde Oggi. Un ufficiale della marina francese, Jules Dumont d’Urville, riuscì, grazie anche alla mediazione dell’ambasciatore francese presso gli ottomani, a trattare per l’acquisto della Venere di Milo.

Una statua di fascinosa bellezza, trovata spezzata presso l’isola di Milo dal contadino greco Yorgos Kentrotas, il quale fu costretto a cederla agli ottomani turchi. Inizialmente pare che tutti i pezzi della statua fossero stati ritrovati, ma nel trasporto o forse nei magazzini del Louvre non fu più possibile ritrovare tutti i pezzi. Quinidi, dopo un restauro, solo nel 1821 la statua viene presentata a re Luigi XVIII e definitivamente collocata al Louvre. L’opera risale al 130 avanti Cristo, probabilmente rappresenta la Venere che porge la mela (da Milos) a Paride. Pur non rappresentando, a detta di molti critici, un vero capolavoro, resta una delle immagini più forti della bellezza femminile.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

I familiari delle vittime innocenti di camorra si appellano a Salvini: "Calpestati i nostri diritti" - https://t.co/OD1hX1GgqI

Casaluce, la Pro Loco premia l'atleta Giovanni Improta - https://t.co/O3tRN9HOMC

Aversa, De Angelis: "In arrivo nuovi gettacarte lungo le strade" - https://t.co/nCfFNRtfHe

Bancarotta fraudolenta, arrestato l'immobiliarista aversano Giuseppe Statuto - https://t.co/Y9Z36RHdWQ

Condividi con un amico