Matese

San Gregorio, saltano relazioni sindacali con l’Amministrazione

San Gregorio Matese SAN GREGORIO MATESE. Al Comune di San Gregorio Matese non tira buona aria e da molto tempo. Il sindaco, Antonio De Lellis, ha interrotto ogni rapporto con i rappresentanti sindacali, …

… prendendo decisioni autonome, emanando atti unilaterale, abolendo ogni doveroso comportamento di buon amministratore della macchina comunale a tutto danno dei dipendenti.

Un atteggiamento ritenuto dai sindacati “intollerabile, da parte di chi lavora con impegno ed attenzione ogni giorno ed anche da parte di questo sindacato che, più volte, attraverso i suoi rappresentanti e in virtù delle norme, lo ha chiamato a più miti ragionamenti, chiedendo incontri e colloqui con l’obiettivo di ottenere quanto dovuto ai 15 lavoratori dipendenti di questa Casa Comunale”.

Nello specifico, i lavoratori lamentano: Mancata corresponsione arretrati contrattuali accordo 28.02.2008; Mancata convocazione di delegazione trattante per riconoscimento ed adeguamento salario accessorio (l’ultima in ordine temporale si è tenuta il 02.03.2004); Mancata adozione di regolamenti ed atti vari relativi al personale dipendente: orario di lavoro, funzionamento degli uffici e dei servizi, accesso agli atti, revisione ed adeguamento pianta organica, stipula, sottoscrizione dei contratti di lavoro, puntualità nel pagamento degli stipendi, rispetto delle professionalità, svolgimento di mansioni non proprie della figura professionale di appartenenza. Insomma, un gran numero di inadempienze e tante ancora se ne potrebbero citare, mancanti, utili per il corretto ed efficiente funzionamento di tutta la struttura comunale.

Il rappresentante della Rsu, portavoce dei dipendenti di San Gregorio, ha finora atteso prima di rendere pubbliche tali informazioni nella speranza che il sindaco De Lellis, potesse addivenire ad un vero e serio accordo coi i suoi lavoratori: “Vi posso assicurare – spiega – che qui si campa in maniera avventurosa e niente affatto efficiente per poter offrire un servizio appena dignitoso alla comunità. Il coordinatore e segretario regionale Carmine Lettieri, ma anche Rino Brignola, il Segretario Generale, sono testimoni attivi dello stato miserevole in cui si trovano attualmente i dipendenti di questo comune. Alle nostre richieste (di considerazione), avanzate con gli atti che elencherò di seguito, non solo non è stato concesso alcun riscontro positivo ma men che meno è stata concessa una risposta sia essa positiva o negativa. In sostanza, ho il fondato timore che tali richieste non siano state affatto lette. A quanto sopra detto, inoltre, vanno aggiunte le molteplici richieste o preghiere rivolte verbalmente al sindaco. Il fatto che, a parer mio, va evidenziato ad ogni costo è: “Come può un Sindaco, anch’egli dipendente di un ente pubblico, (infermiere ospedaliero) a cui viene regolarmente corrisposto puntualmente tutto, comportarsi in simile maniera verso altri esseri umani, come lui, nei confronti dei quali, accettando la carica, si è assunto precise e doverose responsabilità? Non è mia intenzione rivolgere accuse a chicchessia ma solo rivendicare, a nome di tutti i colleghi diritti sanciti dalle leggi statali e negati in maniere scientifica. Abbiamo inteso svolgere quest’azione affinchè non si continui a vivacchiare ma si cambi effettivamente registro”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico