Caserta

A maggio partirà il sistema integrato di controllo territoriale

 CASERTA. Sarà attivo dal prossimo mese di maggio il Sistema Integrato di Controllo Territoriale realizzato dalla Polizia Municipale del Comune di Caserta, denominato “Esse Cubo, Sicurezza Stradale & Sostenibilità”, realizzato con la collaborazione della Regione Campania e di Campus, ente per la formazione e la ricerca.

Saranno 23 le postazioni per un totale di 25 telecamere, attive 24 ore su 24, connesse alla Centrale Operativa Integrata, alla Questura e al Comando di Polizia Stradale del capoluogo, con l’obiettivo di raccogliere costantemente dati sul traffico e visionare i problemi di circolazione. Il progetto accoglie le disposizioni europee in materia di sicurezza stradale, che richiedono una drastica diminuzione, attraverso iniziative di controllo e sensibilizzazione, degli incidenti gravi causati dall’eccessiva velocità. Tra le azioni di sensibilizzazione attuate nei mesi scorsi, da segnalare la distribuzione nelle scuole elementari e medie inferiori della città di brochure e questionari sulla sicurezza stradale, per stimolare un dialogo tra le famiglie, i bambini e la scuola sui temi della mobilità ecocompatibile.

I risultati di tali azioni di sensibilizzazione e le prospettive del nuovo sistema di videosorveglianza saranno discussi martedì 7 aprile, a partire dalle ore 10,30, presso la sede di Campus, in via Santa Chiara 14, nel corso del convegno dal Titolo “Sistema integrato di controllo territoriale audio e video per l’intera provincia di Caserta”.

Dopo il saluto del sindaco Nicodemo Petteruti, dell’assessore alla Qualità della Vita Antonio Ciontoli e del Comandante della Polizia Municipale di Caserta Luigi D’Urso, sarà presentato ufficialmente il progetto Esse Cubo. Saranno poi illustrati i risultati delle indagini sulla percezione della sicurezza in città, a cura della dottoressa Zusana Simonova, e della ricerca condotta nelle scuole sulla “percezione dei rischi e benefici dei genitori sulla mobilità sostenibile”, a cura della dottoresa Rosalba Palermo.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico