Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Schiavone (Alba Nuova) critica gli sprechi dell’Ufficio tecnico

Vincenzo SchiavoneCASAL DI PRINCIPE. L’ingegner Vincenzo Schiavone, consigliere comunale di opposizione e capogruppo di Alba Nuova, critica la gestione delle risorse finanziarie nell’ambito dell’ufficio tecnico comunale. E lo fa con dati alla mano.

“Osservando con le delibere e le determine di pagamento per un unico mese di gestione ordinaria del solo Ufficio Tecnico Comunale – riferisce Schiavone – ho potuto capire che si sono spesi all’incirca 160mila euro, senza tenere conto di altre determine non ancora registrate nel registro generale dell’Ente. Controllando nel dettaglio tali spese, ho potuto constatare che la maggior parte dei soldi spesi, ossia quelli che versano i contribuenti nelle casse comunali, riguardano: l’acquisto smodato di materiale per la manutenzione dei vari plessi scolastici e di materiale per la manutenzione delle strade comunali; la realizzazione di alcune rotatorie poste agli incroci di via Circumvallazione, spesso anche mal progettate e altamente rischiose per gli automobilisti; la messa a dimora di piantine e lavori di potatura delle piante ad alto fusto; i lavori di pulizia e tinteggiatura dei soli portoni d’ingresso del complesso sportivo comunale”.

Il consigliere poi descrive le spese per i lavori di somma urgenza riguardanti, in generale, la sistemazione di strade comunali interne, la sistemazione di scarichi, di griglie e pozzetti, per le strade comunali, la rimozione dei rifiuti solidi urbani presenti in alcune zone del territorio comunale. “C’è da precisare – afferma Schiavone – che per sistemazione di strade comunali interne si intende che tali strade cittadine hanno il manto stradale dissestato a causa della copiosa pioggia caduta; ciò significa che ci sono delle buche e per riempire queste ‘voragini’ il Comune può arrivare a spendere anche fino a 100mila euro solo per lavori di somma urgenza. Senza contare tutte quelle denunce di risarcimento effettuate dai cittadini che, puntualmente, finiscono con le loro auto in queste buche subendo danni ai pneumatici e alla meccanica”. E qui, come sottolinea l’esponente di Alba Nuova, si mette in moto un altro meccanismo, anche questo molto dispendioso per il Comune. “Per ogni denuncia di risarcimento – spiega – il sindaco è costretto a nominare il difensore dell’Ente comunale (quindi la prima spesa per la parcella dell’avvocato), poi, se condannato, il Comune deve pagare i danni (seconda spesa) e le spese processuali comprensive della parcella dell’avvocato difensore del cittadino (terza spesa)”.

“Anche per la sistemazione di scarichi, di griglie e pozzetti, per le strade comunali e la rimozione di rifiuti presenti in alcune zone del territorio comunale, – aggiunge Schiavone – si assiste ad un notevole spreco di denaro pubblico, non sempre necessario”.

A questo punto, il consigliere si chiede: “Non potremmo risparmiare molte spese, provvedendo ad una continua manutenzione stradale effettuata con i mezzi e il personale Comunale addetto a tali mansioni?”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico