Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Asili nido, Ferraro invita il Comune a sfruttare i fondi regionali

Sebastiano Ferraro CASAL DI PRINCIPE. Il consigliere Sebastiano Ferraro invita l’amministrazione comunale di Casal di Principe a sfruttare i fondi della Regione Campania Por Fesr 2007-2013, circa 800mila euro, per la realizzazione e ristrutturazione di asili nido.

L’assessorato alle Politiche Sociali della Regione Campania, guidato da Alfonsina De Felice, ha infatti approvato l’avviso pubblico per il finanziamento di asili nido comunali, di micro nidi comunali e di progetti per servizi “integrativi, innovativi e sperimentali”. Il bando eroga risorse per 35 milioni di euro con le quali vengono incrementati gli asili nido e il numero dei posti per bambini con interventi legati alle specifiche esigenze delle famiglie e dei territori.

Le risorse saranno ripartite tra asili nido e micro nidi con un numero di posti compreso tra un minimo di 30 e un massimo di 60. Gli asili, con almeno un operatore per ogni sei bambini di età inferiore ad un anno e almeno un operatore ogni dieci bambini di età superiore ad un anno, dovranno prevedere l’erogazione di pasti e il riposo dei minori.

Sono previsti inoltre servizi integrativi con orari più ridotti dedicati a bambini e bambine da 0 a 36 mesi, per almeno cinque ore al giorno, con l’accoglienza fino a 50 bambini e servizi di accoglienza prima e dopo l’orario di apertura dei nidi, per rispondere ad esigenze particolari delle famiglie o a particolari caratteristiche dei comuni. Sono ammessi interventi di ristrutturazione, ampliamento e ammodernamento di strutture già esistenti o sottoutilizzate con contributi per spese generali e opere per migliorare la funzionabilità della struttura, spese di avvio della gestione, per il personale, materiali didattici, attrezzature, supporti digitali, comunicazione.

Beneficiari dell’intervento sono i Comuni, singoli o associati con l’eventuale partecipazione all’iniziativa di soggetti del privato sociale, ad esclusione delle associazioni di volontariato, con un’esperienza almeno triennale nei servizi per l’infanzia e con determinati requisiti di fatturato.

Per gli asili nido attivati in comuni inferiori ai 5000 abitanti è prevista una maggiorazione del contributo del 10%. Tutti i progetti dovranno avere una durata almeno quinquennale.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico