Carinaro

Elezioni, D’Agostino sarà lo sfidante di Masi

Mimmo D’Agostino CARINARO. Sarà il commercialista Mimmo D’Agostino l’avversario del sindaco uscente Mario Masi alle amministrative in programma a Carinaro il 6 e 7 giugno.

L’associazione “Insieme”, di cui fa parte D’Agostino, e il partito dell’Udc guidato dall’avvocato Tommaso Comparone (schierato in Consiglio all’opposizione con lo stesso ex sindaco, Giovanni Picone e Pasquale Petrarca) hanno raggiunto un accordo. Accordo che già era nell’aria da diverse settimane ma che era tardato causa il nodo da sciogliere sul candidato a sindaco, ruolo per il quale erano in lizza gli stessi D’Agostino e Comparone. Alla fine entrambi i gruppi hanno deciso di puntare su un volto nuovo, quello di D’Agostino, professionista che proviene da ambienti di Forza Italia.

Intanto, sull’altro fronte, dopo il ritorno in giunta di Paolo Sepe, che un mese fa aveva rassegnato le dimissioni assieme a Mimmo Barbato (quest’ultimo che invece sembra non voler fare retromarcia), si lavora alla costituzione della lista. Masi non avrà molti problemi, forse questi saranno di “abbondanza”. Oltre ai membri dell’attuale maggioranza (tranne Mimmo Barbato), il sindaco può contare su due esponenti della minoranza che da tempo, tuttavia, appoggiavano la sua coalizione, lasciando il ruolo di oppositori unicamente ai membri dell’Udc. Parliamo dell’infermiere ed ex vicesindaco Giuseppe Barbato, che sarà candidato sul fronte-Masi, e del medico colonnello Giustino Lunello, il quale, sembra, candiderà nella lista del sindaco uscente qualche persona a lui vicina.

Da sottolineare che quella tra Masi e D’Agostino sarà una lotta politica e omogenea, tra centrosinistra (Pd e Sinistra al fianco dell’attuale primo cittadino) e centrodestra (Udc e forze vicine a Fi e An con lo sfidante).

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico