Sant’Antimo

Camorra, arrestata la moglie del boss Vincenzo Marrazzo

carabinieri CASANDRINO (Napoli). I carabinieri della sezione catturandi del Nucleo Investigativo del Gruppo di
Castello di Cisterna hanno arrestato Rosa Petrosino, 37 anni, moglie del boss
della camorra Vincenzo Marrazzo, di Casandrino.
La donna è stata individuata e catturata proprio nella cittadina napoletana, nell’abitazione del padre, in via Campofreda. Era inserita nell’elenco
dei 100 superlatitanti più ricercati in Italia con l’accusa di associazione per delinquere di stampo mafioso.
Nel tentativo di sfuggire all’arresto si è nascosta sotto il letto del padre. Quando i carabinieri l’hanno ammanettata non ha opposto resistenza e ha detto: “Potevate aspettare almeno che passassero le feste pasquali”.
La Petrosino era sfuggita alla cattura lo scorso 3 marzo quando furono arrestate altre 24 persone con
l’accusa di associazione per delinquere di stampo mafioso nell’ambito di
un’attività di indagine finalizzata al contrasto delle consorterie criminali
operanti nell’area settentrionale di Napoli.

Moglie di Vincenzo Marrazzo, 44 anni, capo dell’omonimo clan che opera nel napoletano
tra Casandrino, Sant’Antimo e Grumo Nevano, è considerata dagli
inquirenti la reggente della famiglia da quando il marito è
detenuto.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico