Aversa

Tarsu, il Pd presenta il “conto” a Ciaramella

Mariano D'AmoreAVERSA. Il Circolo del
Partito Democratico, guidato da Mariano D’Amore, è autore di un manifesto, affisso in questi giorni in
Città, che presenta il risultato di sette anni di Amministrazioni Ciaramella in
relazione alla Tassa per lo Smaltimento dei Rifiuti Solidi Urbani (Tarsu).

“Il bilancio di previsione 2009 (approvato
dal Consiglio Comunale pressoché all’unanimità, con il voto contrario del
Partito Democratico), prevede un ulteriore aumento della Tarsu del 15,46%, indiscriminatamente
per tutte le categorie di contribuenti”,
si legge nel manifesto, che
continua: “Dal 2002, anno di insediamento
della prima Amministrazione Ciaramella, ad oggi la Tarsu è quasi triplicata.
Questo è quanto appare evidente dal confronto dei dati riguardanti tutte le categorie
di contribuenti. Ecco alcuni esempi: Un’abitazione di 100 mq. pagava nel 2002
161 euro mentre nel 2009 ne pagherà 428. La stessa superficie destinata ad
ufficio o studio professionale pagava nel 2002 497 euro; ora ne pagherà 1.316. Un
esercizio commerciale di generi non alimentari, della stessa quadratura, veniva
tassato nel 2002 per 590 euro; nel 2009 ne pagherà 1.563. L’incremento non
risparmia nemmeno i bar e gli altri esercizi per la ristorazione, passati da
990 euro del 2002 ai 2.626 euro del 2009 (per 100 mq)”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico