Aversa

Metropolitana, D’Amore: “Ciaramella ci tiene all’oscuro dei progetti”

Mariano D’AmoreAVERSA. “Il sindaco tratta un tema importantissimo per la città come una faccenda privata della maggioranza. Su questa vicenda ci vuole trasparenza.

Bisognerebbe coinvolgere le forze sociali, i commercianti, l’Università, i cittadini tutti, su scelte che incidono profondamente sul futuro di Aversa”. Mariano D’Amore, responsabile cittadino del Partito Democratico, critica duramente l’iniziativa del centrodestra e del sindaco Mimmo Ciaramella in particolare di aver tenuto una riunione con i tecnici regionali in merito alla realizzazione delle strutture di supporto alle due fermate cittadine della metropolitana solo ed esclusivamente con esponenti politici facenti parte della coalizione.

“Si sente parlare – continua l’esponente del partito di Franceschini – di interventi su terreni privati. Quello che è certo è che il Sindaco ha firmato un protocollo per un nodo di interscambio sull’area Alifana, presso l’Annunziata, tre anni fa. Di quello che è successo dopo si sa poco o nulla. E’ inaccettabile che il Sindaco assuma un atteggiamento di apparente ‘neutralità’ rispetto alle diverse ipotesi in campo, quasi che la scelta fosse solo di natura tecnica o di livello regionale. Al contrario, vogliamo sapere con chiarezza da chi governa Aversa che parcheggi vuole, dove e con quali caratteristiche”.

Lo stesso esponente dei Democratici, poi, sottolinea un altro aspetto della vicenda, lasciando intravedere possibili “scappatoie” per decisioni che potrebbero essere, sull’onda dell’emergenza, favorevoli ai soliti pochi e non alla collettività. Infatti, D’Amore conclude: “L’altro dato certo è che le stazioni della metropolitana apriranno tra due settimane e i parcheggi non ci sono. Non vorrei che, a questo punto, dopo tanti anni persi, si assumessero decisioni sull’onda di un’urgenza quanto meno sospetta”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico