Aversa

Gruppo della Libertà, quale futuro?

Stefano Di Grazia AVERSA. Varato il nuovo soggetto politico del Popolo della Libertà ci si chiede ora quale sarà il percorso che intraprenderà ad Aversa il “Gruppo della Libertà”, …

… una realtà nata, ricordiamo, nell’ambito del centrodestra a fronte delle ultime elezioni comunali, dalla fusione di due liste civiche: “Città della libertà”, movimento di ispirazione per così dire “brambilliana” e “Aversa popolare”.

I Circoli della Libertà, infatti, sul cui calco era stata concepita Città della libertà, sono confluiti a livello nazionale nel Pdl. Attualmente il Gruppo della libertà che sostiene l’amministrazione Ciaramella può vantare tre consiglieri comunali: Nicla Virgilio, Stefano Di Grazia (nella foto) e Giovanni Tirozzi, oltre a un vicesindaco nonché assessore alla cultura e al verde pubblico nella figura di Nicola De Chiara, segretario, tra l’altro, del movimento politico. Esponente di rilievo del Gruppo della libertà è poi quell’Antonio Di Santo che è stato, a suo tempo, ispiratore e promotore della lista civica Aversa popolare che del Gruppo della libertà ne è diventata costola.

A dare lumi sulle sorti del Gruppo della libertà è il consigliere comunale Stefano Di Grazia che, a chi gli chiede se c’è da aspettarsi una confluenza a breve del gruppo nel Pdl, risponde: “Al momento tale ipotesi non è prevista. Ciò nulla toglie, però, al sostegno che in maniera ferma e leale il Gruppo della libertà assicura all’amministrazione guidata da Mimmo Ciaramella, Un’amministrazione della quale facciamo parte con il nostro segretario Nicola De Chiara nel ruolo di vicesindaco ed assessore alla cultura e al verde pubblico. Personalmente poi con Mimmo Ciaramella ho un’intesa per la quale è bastata una stretta di mano. L’obiettivo è quello di dare forza all’attività amministrativa per raggiungere quei risultati che una città come Aversa merita”.

Un movimento, quello del Gruppo della Libertà, quindi, che non fa mistero della sua vicinanza in particolare al primo cittadino Ciaramella il quale, stando ai soliti bene informati, sarebbe il vero collante fra il gruppo guidato da De Chiara e il resto della coalizione di centrodestra.

In definitiva, dunque, un alleato prezioso su cui Ciaramella potrà contare, elettoralmente parlando, anche in vista di eventuali e tutt’altro che improbabili candidature alle prossime amministrative, provinciali o regionali che siano, del 2010.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico