Teverola

Elezioni, il centrodestra ancora non ha scelto l’antagonista di Lusini

Biagio Lusini TEVEROLA. Chi sarà lo sfidante di Biagio Lusini alle amministrative di giugno? Una domanda che incombe con l’approssimarsi dell’appuntamento elettorale che vedrà la ricandidatura del sindaco uscente, …

… il quale nel 2004 conseguì un vero e proprio plebiscito con la sua lista “Progetto Civico: Teverola Città”, allora contrapposta a “Teverola Libera” capeggiata dall’attuale consigliere regionale del Pd, nonché consigliere comunale di opposizione, Nicola Caputo.

Negli ambienti politici di quella che, di recente, è diventata la città di Teverola sono diverse le forze di opposizione in campo: oltre a partiti come Forza Italia, che vanta anche un gruppo giovanile, e Alleanza Nazionale, ci sono formazioni legate al centrodestra come “Fare Ambiente” e l’Acgt (Associazione culturale giovani di Teverola”), tutte distintesi nelle ultime settimane con manifesti, volantini e dichiarazioni di forte critica verso l’amministrazione in carica.

Eppure, a circa due mesi dalle elezioni, ancora non è uscito il nome dell’antagonista di Lusini. I “papabili”, certamente, non mancano, tra questi: Gennaro Caserta (Forza Italia, già consigliere provinciale e consigliere comunale di opposizione, dimessosi nel 2007 a Teverola per partecipare alle amministrative di Aversa, motivando allora la sua scelta con il fatto che “a Teverola è impossibile fare politica”), Francesco Bortone (stimato medico, anch’egli di Fi, già papabile candidato a sindaco alle amministrative 2004, ma in quell’occasione non ci fu l’accordo nel centrodestra, che optò per Caputo, allora esponente dell’Udc) e Raffaele Improta (di An, già consigliere di opposizione, dimessosi nei mesi scorsi per lasciar spazio al giovane alleanzino Luigi Menale e “allestire” il partito per le elezioni di giugno).

Questa la “terna” da cui, probabilmente, salvo colpi di scena, uscirà il candidato sindaco da contrapporre a Lusini.

E Nicola Caputo? Pur schierato all’opposizione in consiglio comunale, il maggior esponente cittadino del Pd si trova dinanzi a un “dilemma politico”, poiché al momento sembra improbabile sia un accordo con Lusini, nonostante anche quest’ultimo sia del Pd, che con il centrodestra, coalizione a lui avversa sotto il profilo della politica nazionale. Insomma, la situazione è del tutto incerta.

dal Corriere di Caserta, 23.03.09

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico