Teverola

Centri commerciali, Fi attacca la maggioranza

MunicipioTEVEROLA. Nei giorni scorsi il direttivo cittadino di Forza Italia si è riunito in via Cavour per discutere dell’operato, ritenuto “mendace e demagogico”, portato avanti dall’amministrazione Lusini in periodo elettorale.

Gli azzurri denunciano l’attuale situazione economica e urbanistica della città, comparando gli esiti con il programma presentato nel 2004, in campagna elettorale, dall’attuale coalizione di governo. In particolare, sotto i riflettori l’insediamento di due grandi ipermercati sul territorio, poi diventati, con la scomparsa dell’Ipercoop, un unico agglomerato nel centro “Medì”.

“Quali furono le promesse per chi volle votare l’attuale amministrazione? – si chiedono i forzisti – Forse posti di lavoro, forse estremi guadagni in investimenti immaginifici o forse il sogno metropolitano? Fatto è che la presenza ingombrante e distruttiva di due grandi centri commerciali ha represso il piccolo commercio locale che tutti sanno essere un fattore rilevantissimo nell’economia di un paese, a maggior ragione se di piccolo rango”.

Forza Italia poi analizza la questione dei lavoratori e manifesta forti preoccupazioni: “L’accorpamento dei centri commerciali ha stigmatizzato tutte le precarietà del precedente progetto già prima contestate dall’opposizione. E’ stata già accennata l’idea di un polo di distribuzione di vastissima proporzione ma, sebbene si tenti di adescare nuove vittime per le prossime elezioni, è tuttora lampante ed indiscutibile a rigor di logica il fenomeno che ne deriva: la riduzione del numero dei lavoratori e il caso crescente della disoccupazione. E’ chiaro, dunque, che l’accorpamento di una struttura doppia non consenta ad una sola azienda di sostenere doppi contratti lavorativi”.

Ecco che gli azzurri si domandano: “Vorrà di nuovo il movimento di sinistra presentarsi con promesse fallaci di posti di lavoro? Saranno nuovamente illusi nell’ingenua civiltà gli abitanti di Teverola? Oramai nel paese grondano ovunque file di ‘promessi vigili urbani’ da poter gestire il traffico di una città come Roma o Milano. Sarà vero? Paragonando il numero dei posti disponibili per i quali è aperto il concorso a quello degli aspiranti, sembrerebbero sogni di un visionario”.

“Fatti e misfatti – concludono dal direttivo di Fi – smuovono nella coscienza dei cittadini la volontà di voltare pagina, ma a tal proposito è il caso di domandarsi se il popolo sceglie democraticamente o è vincolato da una slavina di lusinghe e menzogne che, tuttora, la nostra amministrazione continua a seminare. Esiste ancora la possibilità di scegliere da chi essere rappresentati o, forse, è solo un sogno? Troppi ‘ma’ vertono sull’operato di questa Sinistra sebbene i suoi rappresentanti non se ne facciano carico. Però è bene che si dica che chi ora vive a Teverola non naviga in acque tutt’altro che buone e incorrotte”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico