Sant’Arpino

Crisi economica, Capasso scrive al sindaco e all’amministrazione

Ernesto CapassoSANT’ARPINO. Con una missiva protocollata venerdì mattina ed indirizzata al sindaco Eugenio Di Santo, agli assessori ed ai consiglieri comunali, il capogruppo consiliare di Alleanza Democratica per Sant’Arpino, Ernesto Capasso,

… propone, in vista dell’approvazione del prossimo bilancio previsionale, l’avvio di una concertazione che porti ad interventi concreti per quei lavoratori e quelle famiglie colpite dalla crisi economica. Ecco il testo integrale della lettera di Capasso.

“La grande crisi che da diversi mesi a questa parte sta mettendo a dura prova la tenuta dell’economia mondiale, da tempo sta facendo registrare i suoi tristi effetti anche all’interno delle realtà a noi più prossime a cominciare da quella cittadina.

Sin dall’autunno dello scorso anno ormai sono diverse le famiglie e i lavoratori che stanno attraversando un lungo periodo di disagio, la cui fine, purtroppo, non appare imminente.

Con il ripercuotersi degli effetti della crisi sulla cosiddetta “economia reale” diverse aziende, siano esse di piccole, medie o grandi dimensioni si sono viste costrette a rallentare drasticamente la loro produzione e, di conseguenza, a ricorrere alla turnazione dei propri dipendenti, arrivando, in svariati casi, anche al licenziamento.

Situazioni complesse e di nuova povertà che riguardano anche numerosissime famiglie del nostro comune e che ovviamente riguardano da vicino anche chi come noi è chiamato ad amministrare gli enti locali. In questo contesto chi ha l’onore e l’onere di responsabilità di governo, a qualsiasi livello, non può esimersi dal fare la propria parte.

È chiaro che di fronte ad una situazione tanto complicata a livello internazionale ben poco possiamo fare noi amministratori di un piccolo centro in provincia di Caserta.Tuttavia credo che qualche risposta possiamo darla, a prescindere dalle soluzioni che saranno trovate a livello centrale.

Risposte che attraversano la strada del rigore e della sana gestione amministrativa, riducendo, anzi azzerando, gli sprechi che spesso e volentieri si insinuano all’interno degli ingranaggi della macchina burocratica da noi amministrata.

Per questo propongo a tutti voi, in vista dell’approvazione del bilancio revisionale del 2009, di dare il via ad una seria concertazione che ci consenta di individuare nel giro di pochissime settimane, risorse in favore delle famiglie maggiormente bisognose del nostro comune.

In particolar modo con i soldi risparmiati potremmo dare un piccolo, ma significativo sostegno a quanti, e penso soprattutto a chi ha perso del tutto il lavoro o è costretto in Cassa Integrazione o ad usufruire degli altri ammortizzatori sociali, hanno visto abbattute, per non dire azzerate, le proprie fonti di guadagno.

Sono certo che attraverso uno sforzo comune ed uno screening serio ed oculato del funzionamento della macchina comunale, potremmo individuare numerosi rami secchi da tagliare, o quantomeno potare, e dimostrare coi fatti di essere amministratori attenti alle reali esigenze della cittadinanza e soprattutto capaci nel loro piccolo di dare quelle risposte che tanti santarpinesi si aspettano da noi”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico