San Nicola la Strada - San Marco Evangelista

Pensilina del bus usata dalle prostitute come “toilette”

SAN NICOLA LA STRADA. “Non riesco a capire come si possa usare l’interno di una pensilina, che serve per l’attesa dei cittadini che aspettano gli autobus per recarsi a lavoro, per defecare”.

È l’amaro sfogo di una Maresciallo dell’Arma dei Carabinieri che quotidianamente, unitamente ad almeno una decina di altri tutori dell’ordine (Guardie penitenziarie, agenti della Polizia di Stato, Esercito) e di cittadini qualunque, assiste al degrado in cui versa la pensilina che si trova vicino all’ex Reggia Palace Hotel e che si ripromette di parlare con il suo collega di San Nicola La Strada. La struttura viene normalmente usata di sera dalle numerose meretrici che “esercitano” indisturbate nella zona ed è impraticabile, visto che attualmente vi sono indumenti sporchi e, qualche giorno orsono, anche siringhe abbandonate di quelle che vengono usate dai tossicodipendenti.

“Come è possibile – aggiunge amareggiato il sottufficiale dell’Arma – che il Comune non provveda ad inviare sul posto un netturbino almeno una volta al giorno, come vedo che viene fatto per la Rotonda di San Nicola La Strada, dove alle 6,30 del mattino vedo un operatore ecologico con il suo caratteristico ‘bicchiere’ ripulire la Rotonda. Perché – si chiede il Maresciallo – non si fa lo stesso con la pensilina, visto che non è la prima volta che tutti noi protestiamo?”.

Effettivamente l’esponente dei Carabinieri ha perfettamente ragione. Sul posto si è fatto una ripulita solo quando i cittadini hanno protestato. Sarebbe forse il caso che, oltre all’intervento quotidiano di una netturbino, la sera passi sulla zona anche la “Gazzella” dei Carabinieri e della altre Forze dell’Ordine, così da poter trasmettere alle “signorine buonanotte” ed ai drogati di turno il messaggio che la pensilina non è “un cesso” da utilizzare alla bisogna. Almeno potrebbero utilizzare i cespugli che si trovano sul marciapiedi del Ciapi. Lì sarebbero, comunque, al riparo da occhi indiscreti, e non renderebbero inservibile una struttura che con l’acqua e la pioggia degli ultimi mesi diventa un riparo insostituibile per i pendolari. “Sindaco Pascariello è possibile un intervento di pulizia?”, è quanto chiedono i numerosi cittadini che aspettano l’autobus.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico