Orta di Atella

Indaco (Giovani Udeur): “Riconquistiamo la Piazza”

Eduardo IndacoORTA DI ATELLA. Costituito il direttivo del movimento giovanile dell’Udeur, guidato dal segretario Eduardo Indaco.

Ad affiancarlo saranno i due vicesegretari Andrea Misso ed Enza Arena e i componenti del direttivo Eugenio Mozzillo, Raffaele Cascella, Eleonora Misso, Antonio Margarita, Pietro Mozzillo, Nicola Russo, Antonio Della Corte, Francesco Napolitano, Giusy Gaudino, Carmen De Cristofaro, Luigi Papa, Giovanni Russo, Gennaro Roseto, Pasquale Del Prete, Giuseppe Luongo, Andrea Della Corte, Tania Attrice, Giuseppe Guarrera.

I giovani uderrini ringraziano la sezione locale guidata dal segretario Alfonso Di Giorgio, “che hanno permesso di esprimerci liberamente attuando, a conclusione del congresso sezionale di fine gennaio, quel ricambio generazionale di cui tanto si è parlato ma poco concretizzato nei fatti sino ad oggi, basta dare uno sguardo all’ufficio politico della sezione Udeur, composto interamente da giovani, con un’età massima di trenta anni e con la presenza di donne come la vicesegreteria Tanya Brancaccio e la coordinatrice Enti locali Eleonora Misso”.

I Giovani Udeur di Orta di Atella hanno all’attivo l’indirizzo di posta elettronica giovaniudeurorta@libero.it, tramite cui è possibile richiedere informazioni, e la pagina di Facebook all’indirizzo http://www.facebook.com/home.php?#/profile.php?id=1112217419&ref=ts (raggiungibile anche digitando “Giovani Popolari Udeur” nella barra di ricerca).

“Vi aspettiamo numerosi, – afferma il segretario Eduardo Indaco – per confrontarci e dialogare sui progetti e sui programmi da attuare per il futuro del nostro paese. Un invito particolare và alle donne, uno dei motori fondamentali attraverso cui ripartire, le quali nel nostro partito hanno da un ruolo predominante e fondamentale e ciò è testimoniato dai numerosi coordinamenti femminili presenti in tutta la Campania”.

“Per noi giovani Udeur la politica è ancora un valore. – continua Indaco – Vogliamo operare, dunque, nell’ottica della buona politica fatta di lavoro sui problemi concreti della comunità, di rapporti con la gente per condividerne le speranze e le sofferenze. Da ciò nasce l’esigenza per noi giovani, oggi, di lavorare proprio nella direzione della ricostruzione di un rapporto, ormai, perduto con la gente, con la comunità. Occorre percorrere la strada di una nuova cittadinanza. Per raggiungere tale obiettivo è necessario ripristinare uno dei punti cardine della teoria politica: dalla ‘società civile’ e ‘dalla capacità progettuale’. Ripartire dalla società civile per avvicinarsi sempre più al giovane e al cittadino che sono il tesoro di una entità partitica. Invitiamo tutti i giovani del nostro territorio a partecipare ai nostri incontri che si terranno periodicamente all’interno della nostra sezione sita in via San Massimo. Anticipiamo che come primo step è necessario che noi giovani ortesi ci riappropriamo di quella che per anni è stato il cuore pulsante del nostro paese, ovvero la Piazza. Sul piano pratico, stiamo lavorando alla stesura di un giornalino mensile nel quale daremo voce a tutti i giovani talenti ortesi che troppo spesso vivono nell’ombra, a tutti coloro che vorranno manifestare un disagio, a tutti coloro che vorranno sentirsi protagonisti di questa nuova compagine politica. E nella nostra agenda abbiamo in programma una due giorni dedicata esclusivamente al mondo giovanile, nella quale iniziativa sarà dato spazio a svariate attività dall’arte alla musica, dalla danza alla fotografia, dalla cultura allo sport, da tenersi probabilmente subito dopo le elezioni europee. E quale modo migliore per ripopolare la nostra bellissima piazza”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico