Mondragone - Carinola - Falciano del Massico

Rifiuti, Schiappa: “Menzogne del sindaco Cennami su presunti debiti”

Giovanni SchiappaMONDRAGONE. “La Città di Mondragone ha finalmente le prove che, sulla questione dei presunti debiti del Comune di Mondragone in materia di rifiuti, il Sindaco Achille Cennami non è mai stato sincero”. Lo afferma il capogruppo consiliare del Pdl Giovanni Schiappa.

“Ha utilizzato tale vicenda soltanto per diffondere false notizie sulla situazione finanziaria dell’Ente e, al fine di dare false colpe all’Amministrazione Conte, ha invocato – addirittura – pubblicamente dei fantomatici debiti ‘potenziali’ che, in pratica, nulla sono oltre che sue supposizioni.

Il tutto nasce da un riconoscimento all’Amministrazione Comunale di Mondragone da parte del competente Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio contro la Presidenza del Consiglio dei Ministri, liberamente scaricabile da internet.

Tale risultato è stato ampiamente taciuto dal Primo Cittadino in quanto andava nella direzione delle cose sempre affermate dal Sindaco Ugo Conte e da Forza Italia, prima in maggioranza e poi come minoranza, ovvero che i debiti (ci fa piacere ripetere che Cennami chiama ‘potenziali’) sono tutti da verificare.

I fatti sono questi. Il Commissariato per l’Emergenza Rifiuti, tramite il Consorzio Unico e la Prefettura di Caserta avevano nominato un Commissario ad acta per recuperare 2,8 milioni di euro di debito del Comune di Mondragone verso il Consorzio Rifiuti, debito da sempre contestato dalla precedente Amministrazione Comunale per il motivo della scarsa qualità dei servizi.

Bene ha fatto il Segretario Comunale a convincere il Sindaco Cennami a non subire passivamente tali vicende e, quindi, ad impugnare l’illegittima nomina del Commissario ad acta.

Il Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio ha dato ragione al Comune e, quindi, i 2,8 milioni di euro non possono essere recuperati coattivamente ma è necessario attendere l’esito del relativo processo civile.

Perché il Sindaco Cennami tace relativamente a questa vicenda?Perché parlarne significherebbe confermare che non esistono debiti fantasmi e, soprattutto, condividere le valide ragioni – da sempre sostenute da Forza Italia e dall’Amministrazione Conte – per non pagare il Consorzio Rifiuti.

Caro Sindaco, le bugie hanno le gambe corte, ma le facciamo i complimenti perché ormai abbiamo capito che sposando la nostra tesi fa vincere Mondragone”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico