Mondragone - Carinola - Falciano del Massico

Presentato il progetto Mare e Montagna per disabili

Alessandro Rizzieri MONDRAGONE. Dopo il Tavolo di concertazione con il Terzo Settore tenutosi nella scorsa settimana, l’Assessore alle Politiche Sociali Alessandro Rizzieri ha firmato, per conto dell’Ambito C9, …

… il progetto per la fruizione del Mare e della Montagna a favore dei disabili unitamente agli Ambiti Sociali C6 (Piedimonte Matese) e C7 (Città di Caserta) denominato “MONTabilmenteMARE”.
Il progetto, che ora dovrà essere valutato e finanziato dalla Regione Campania, presentato dagli Ambiti sottoscrittori intende garantire il diritto di fruizione del mare e della montagna da parte delle persone con disabilità,favorire la creazione di una rete di ambiti territoriali specializzata nella gestione delle risorse marine e montane del territorio di riferimento,promuovere l’individuazione di siti marini o montani che richiedono interventi di adeguamento/miglioramento, finalizzati a garantirne la fruizione in autonomia da parte delle persone con disabilità.I siti che si vogliono rendere accessibili sono due e sono localizzati uno sul litorale flegreo-domitio e l’altro all’intero del Parco Regionale del Matese. La motivazione della scelta va individuata principalmente nella attitudine dei territori individuati ad offrire una esperienza di fruizione di livello medio-alto e ad avere strutture di accoglienza in ambiente marino e costiero prive di barriere architettoniche e già fruibili per persone con disabilità.
“Il Progetto presentato vede, per la prima volta, collaborare l’Ambito C9, di cui è capofila Mondragone, con gli Ambiti di Piedimonte Matese e quello della Città di Caserta. – commenta l’assessore Rizzieri – L’obiettivo finale è quello di consentire ai nostri concittadini disabili dipoter fruire sia del Mare che la Montagna in condizioni di piena dignità. Il progetto presentato prevede anche la possibilità di destinare una quota delle risorse a quelle strutture che si adegueranno stabilmente proprio per consentire, al di là del presente progetto, di far fruire le proprie strutture a persone con disabilità. Le sinergie che porremo in campo sia tra gli Ambiti Isittuzionali che con il Privato Sociale vogliono rappresentare un valore aggiunto stabile da implementare in modo continuo”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico