Mondragone - Carinola - Falciano del Massico

Nuovo depuratore comunale: tutto nelle mani del ministro Tremonti

Giulio Tremonti MONDRAGONE. L’Assessore all’Ambiente Mario Fusco nella giornata di venerdì ha proceduto presso gli uffici del Commissariato di Governo per la tutela delle acque in Campania …

… ad una approfondita e completa ricognizione dello stato delle cose riguardanti il nuovo depuratore comunale.
Dall’esito delle riunioni è emerso che in data 7 novembre 2005 il Ministero dell’Ambiente decreta un finanziamento di 1,4 milioni di euro all’anno per quindici anni finalizzato alla realizzazione di un nuovo impianto di depurazione per il Comune di Mondragone. Successivamente la Regione Campania il 29 dicembre 2005 ha adottato la delibera relativa al finanziamento concesso. In base al disposto normativo di cui alla legge 350/2003 art. 177-bis, modificato dalla Legge Finanziaria per il 2007, per l’erogazione di unfinanziamento è necessarioun decreto concertato tra il ministero competente per il finanziamento e il Ministero dell’Economia. Ad oggi questo decreto non è stato mai adottato.
Con nota del novembre 2008 e successivamente di febbraio 2009, il Direttore Generale del Ministero dell’Ambiente Gianfranco Mascazzini ha scritto direttamente al ministro dell’Economica GiulioTremonti per avere il via libera all’utilizzo dei fondi.Ad oggi, a queste sollecitazioni ufficiali non è pervenuta alcuna risposta producendo, di fatti, il blocco della gara già avviata e l’impossibilità, da parte della RegioneCampania, adattivare il mutuo.
“Il mio intervento – spiega l’assessore Fusco – presso il Commissariato è stato dettato dall’unica volontà di capire lo stato reale dei fatti, senza rincorrere un fazioso ed inutile scaricabarile. Capito che al momento la procedura burocratica è nelle mani del Ministro Tremonti che deve adottare il decreto diutilizzo del finanziamento concesso dal Ministero dell’Ambiente, faccio un pubblico ed accorato appello a tutti i livelli di governo, senza distinzione di colore politico,affinchéci si attivi per avere questo decreto. L’amore per la nostra Città deve farci lavorare, su questi temi, in completa sinergia. Per questi motivisono immediatamente disponibile a fare tutti i passaggi nelle sedi opportune che ci possano consentire di arrivare al traguardo di un mare più pulito per Mondragone”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico