Mondragone - Carinola - Falciano del Massico

Ambito C9, progetto per Mare e Montagna

Alessandro Rizzieri MONDRAGONE. La Giunta della Regione Campania con la delibera numero 1879 del 26/11/2008 ha promosso la prosecuzione delle esperienze di fruizione del mare e della montagna da parte delle persone con disabilità per l’anno 2009, …

… attraverso programmi presentati dagli ambiti territoriali tra loro associati, da realizzare con il coinvolgimento del privato sociale. A tal fine l’Ambito C9, composto dai comuni di Carinola, Cellole, Falciano del Massico, Sessa Aurunca con Mondragone capofila ha preso contatti ed accordi con l’Ambito C6, con comune capofila Piedimonte Matese, per procedere alla predisposizione di una progettazione congiunta che consenta di utilizzare le migliori risorse di questi territori.
Al fine, poi, di coinvolgere i soggeti dleprivato sociale, nel pomeriggio di giovedì presso la Sala Conferenze del Museo Civico si è tenutoun tavolo di concertazione degli AmbitiTerritoriali interessaticon i soggetti appartenenti proprio al Terzo Settore per l’illustrazione e la valutazione delle azioni da intraprendere, in sinergia, per la predisposizione del progetto per la fruizione del Mare e della Montagna a favore di persona con disabilità. All’incontro era presente anche la Coordinatrice dell’Ambito C6 dottoressa Francesca Palma e il consigliere comunale delegato del Comune di Piedimonte Matese Domenico Ferraiolo.
“Si tratta di una modalità usuale che l’Ambito C9 ha adottato. – afferma l’assessore Alessandro Rizzieri (nella foto) – Ovvero quello di ascoltare e coinvolgere in modo continuo tutti i soggetti che operano nel Terzo Settore sociale, come le cooperative, le associazioni di volontariato e quanti, in varie forme, operano a favore di persone svantaggiate. Nel caso specifico della progettazione per la fruizione del Mare e della Montagna la partecipazione del privato sociale è determinante per poter beneficiare di una attribuzione maggiore di punteggi ed implementare con ulteriori risorse economiche, organizzative ed esperienzali lo stesso progetto. Nell’incontro di giovedì sera abbiamo raccolto importanti disponibilità. Non solo. Diventa di grande rilevanza la sinergia con altri Ambiti che ritengo possa produrre importanti risultati non solo in relazione al momento contigente per questa progettazione, ma anche più in generaleper una nuova modalità di cooperazione tra più Ambiti indipendentemente dalle risorse finanziarie poste in essere dalla Regione Campania”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico