Marcianise - Capodrise - Portico - Recale - Macerata Campania

Volley, Italgrafica Marcianise batte Ostia 3 a 1

PanettoMARCIANISE. Non c’erano alternative alla vittoria e la SA-Italgrafica è stata di parola e non ha fallito l’appuntamento. Marcianise batte Ostia 3 a 1 e la agguanta in classifica salendo a 23 punti tirandosi così nella lotta alla salvezza anche la Logo del tecnico Corradini che nulla ha potuto contro la squadra marcianisana.

I biancoazzurri hanno vendicato con identico risultato la sconfitta dell’andata e riescono così a tenersi sempre al di fuori della zona rossa che vede ora avanzare ancora Galatina che si mantiene dietro di una lunghezza grazie all’exploit esterno a Fasano. Resta a 20 invece l’Avellino così come Squinzano a 16 e Foggia a 14 tutte sconfitte nella ventunesima giornata del girone C di B1. Il Marcianise del tecnico Narducci schiera ancora Di Meo in opposto con Scialò in panchina ed è proprio il fuori mano abruzzese ad incidere nella prima fase del set 8-4 poi 15-9 e 16-13 poi c’è Scialò in battuta per Bonito che poi rientra subito stessa cosa con Dodi che entra per alzare il muro per Monti sul 22-19 ma con nessuno effetto. Si chiude sul 25-20 in scioltezza ma il brutto inizio nel secondo set è pagato caro, subito un ace di Panetto in battuta che però sbaglia il secondo servizio, poi è 1-4 ospite e 4-8 al primo tempo tecnico, salgono in cattedra Luca Roberti e si alternano Czekiel e Del Mastro che si caricano sulle spalle i laziali. Sul 14-20 c’è l’allungo decisivo che porta la squadra ostiense a vincere facilmente il parziale e a pareggiare.
La “Novelli” incita i propri beniamini e dopo una partenza difficile nel terzo set Pietro Di Meo e Paolo De Rosas firmano il loro show coadiuvati da un ottimo Mario Bonamici, 16-10 poi 23-19 con Scialò per Bonamici ed ace di un bravo Ucci con il collega di reparto Bonito che mura del Mastro e porta i suoi sul 2-1. La Novelli ormai è una bolgia ed il quarto set è simile al terzo, subito un errore in attacco di Salvatore Roberti poi sul 5-4 dopo un gran attacco di Bonamici il laterale sardo eccede nell’esultanza e viene ammonito fiscalmente dall’arbitro vanificando così subito il suo punto precedente per il 5-5, poi è 16-12 e 19-14, Scialò appena in campo per Bonito piazza un ace ed è 20-14 poi Del Mastro attacca fuori per il 21-14 e qui Ostia sembra aver gettato la spugna chiudendo poi ancora 25-20 come nel primo set. Soddisfatto il presidente Raffaele Salzillo per i punti portati a casa «Abbiamo fatto nostri tre punti importantissimi – dichiara il massimo dirigente marcianisano – tra l’altro abbiamo imposto il nostro gioco agli avversari quasi sempre tranne nel secondo set quando abbiamo avuto un piccolo black-out. Però ci siamo ripresi subito senza più soffrire ulteriormente, la lotta si fa sempre più dura è pur vero che abbiamo raggiunto la stessa Ostia ma alle nostre spalle nessuno molla». Dopo l’ottima prova di tutto il collettivo, sabato alle 18 compito arduo per il team di Terra di Lavoro che sarà ospite della vice capolista Globo Sora dietro solo per quoziente set al battistrada Gela, entrambe a 53 punti.

SA Italgrafica Marcianise – Logo Ostia 3-1 (25-20 17-25 25-19 25-20)

SA ITALGRAFICA MARCIANISE : Ucci 8, Di Meo 10, Bonamici 13, Panetto 7, Sgueglia (L) 49%, Santoro (K), Bonito 8, Scialò 1, De Rosas 21, Picillo, Fin n.e.
All. Stefano Narducci

LOGO OSTIA: Del Mastro (K) 10, Dodi, Pellini 3, Atzori n.e., Specchioli n.e., S. Roberti 12, Mandolini n.e., Czekiel 9, Ricci, L. Roberti 19, Postiglione (L) 59%
All. Giancarlo Corradini

Arbitri Gasparro di Salerno e Morgillo di Napoli
Ammonito Bonamici per eccessiva esultanza nel quarto set

Domenico Birnardo

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico