Marcianise - Capodrise - Portico - Recale - Macerata Campania

137°Anniversario del titolo di Città a Marcianise

MarcianiseMARCIANISE. Ogni anno, ricordo questo evento ai miei concittadini, in particolare alle Scuole, circa la concessione del titolo di Città che il Re Vittorio Emanuele II volle conferire al nostro Comune, con decreto del 10 marzo del 1872.

E’ una data importante per la storia di Marcianise. I giovani devono sapere che fu un giusto riconoscimento a tutti i Marcianisani che nell’800 seppero realizzare il benessere sociale, culturale ed economico con il proprio lavoro e sacrifici. Quest’anno, come tematica da suggerire sono “i pensieri educativi” che due nostri concittadini Raffaele Musone (1839-1917) e Domenico Santoro (1872–1903) ci hanno lasciato attraverso i loro scritti e testimonianze, riportati nelle seguenti pubblicazioni: di Salvatore Buonanno, prefazione Tommaso Pisanti: “L’Attualità del pensiero pedagogico di Raffaele Musone” con riproduzione anastatica delle Conferenze Pedagogiche del 1896”, Casa Editrice Ferraro, Napoli, 1999 e di Alberto Marino e Tommaso Zarrillo, prefazione di Francesco Valentino: “Domenico Santoro: il garibaldino,il politico, il letterato”, Edizione Guida, 2003.

Il Sacerdote pedagogista e letterato prof. Raffaele Musone, pur venerato per la sua vasta cultura, che lo pone in primissima linea tra i letterati , è un “pedagogista scomodo,” il suo eco culturale è poco conosciuto; il Musone ebbe il coraggio di pubblicare nel suo volume le “Conferenze Pedagogiche” (pagg. 42 e 43), questi pensieri: “Si lamentano in tanti paesi le soperchierie di certi tirannelli che nemmeno in questi tempi di riconosciuta civiltà la finiscono di affliggere l’umana famiglia. Si fa man bassa del popolo, lo si spreme nei frutti del proprio sudore, si commettono illegalità, si lascia dominare l’arbitrio del prepotente che affoga i sospiri con i compri suffragii e le aderenze su larga scala. Il popolo in tali condizioni tutto addossa al governo, e impreca i tempi presenti e fa invettive contro le Autorità politiche, le quali molte volte vivono al buio di queste iniquità. Ma fate voli la luce, educate i figli del popolo all’arma terribile ch’è la penna, a saper mettere in iscritto, a informare le alte Autorità, a invocare la giustizia, a pubblicare i torti e le offese, ad avere almeno queste soddisfazioni. Le anime oneste, informate a sentimenti di rettitudine, non mancano mai di chi tiene ai suoi fianchi la legge e la giustizia, ed un paese intero si vedrà redento dalla ferree catene di un Signorotto”.

Il principale interprete di questi valori fu il nostro valoroso Domenico Santoro, che da giornalista, politico e letterato, finì in galera per aver detto la verità, in particolare sul giornale “La luce del 16.6.1901.” Questi nostri concittadini il Musone e Santoro, in ruoli diversi, sono stati alfieri della difesa dei diritti civili, il rispetto della legalità e della dignità umana.

Quest’anno la ricorrenza della concessione del titolo di città a Marcianise è rafforzata, anche, dal 170°anniversario della nascita di Raffaele Musone (1839-2009), che si spera, con la collaborazione delle Scuole e di volontari cultori di Marcianise, di organizzare nei modi migliori un convegno sui “i pensieri educativi” di R.Musone e D.Santoro, sottolineo, che in periodi diversi il primo fu Preside del Liceo Giannone di Caserta e il secondo studente del stesso Liceo.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico