Italia

Accordo tra Fiat e Chrysler con il sostegno del Tesoro Usa

Fiat-ChryslerTORINO. La Chrysler e la Fiat hanno raggiunto un accordo di partnership che, come sottolinea in una nota l’ad della casa americana Bob Nardelli, ha il sostegno del Tesoro Usa.

Nardelli ha assicurato personalmente tutti i clienti, rivenditori, fornitori e impiegati che la Chrysler porterà avanti “l’attività come sempre” nei prossimi trenta giorni quando dovrebbero essere erogati i sei miliardi di dollari di aiuti federali stanziati dal nuovo governo di Barack Obama, il quale ha posto come condizione proprio l’accordo tra la casa di Detroit e quella di Torino.

Intanto, proprio il presidente americano oggi ha detto che le dimissioni di Rick Wagoner dalla carica di presidente di General Motors confermano che la compagnia ha bisogno di una nuova direzione, anche se il governo non ha intenzione di gestire Gm ma dare l’opportunità all’azienda di uscire dalla crisi più forte e più competitiva.

Nel suo comunicato, l’ad di Chrysler Nardelli ha scritto anche che “la Fiat rafforzerà la capacità di Chrysler di creare e conservare posti di lavoro negli Stati Uniti; darà ai consumatori americani più scelte per l’acquisto di veicoli avanzati che rispettino l’ambiente; fornirà ai concessionari più di quei prodotti di cui necessitano per operare con successo; aiuterà a stabilizzare la base dei fornitori; e permetterà a Chrysler di restituire più presto i prestiti governativi”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico