Cesa

Biblioteca, Fi e Ag chiedono tempi certi per la nuova sede

Mirella Frippa CESA. I gruppi di Forza Italia Giovani e Azione Giovani tornano a chiedere a gran voce certezze sul futuro della biblioteca comunale, che a settembre dovrà lasciare l’attuale sede nell’edificio polifunzionale di villa Aldo Moro per ospitare una succursale dell’istituto alberghiero di Aversa.

“Mi chiedo dove verranno collocati nel contempo gli attuali uffici della biblioteca giacchè adesso ne scaturirà una situazione anomala. – dichiara il presidente di Fi giovani Mirella Frippa (nella foto) – Per gli attuali uffici non c’è spazio e i lavori della casa comunale sono lenti. Mi auguro soltanto che l’amministrazione non pensi di prendere in locazione una struttura per quest’ultimi, una struttura privata intendo, aggravando maggiormente l’erario del comune di Cesa”.

Sulla questione, di recente, i due gruppi giovanili hanno effettuato una raccolta firme, poi consegnata al sindaco Vincenzo De Angelis durante l’ultima seduta del Consiglio. L’intento dell’amministrazione comunale riguardo la biblioteca è quello di trovare una sede temporanea, che potrebbe essere la sala convegni della scuola elementare.

“Sono molto soddisfatto del successo della nostra iniziativa – ha dichiarato il presidente di Azione Giovani Carmine Almache ha visto noi di Ag e di Fi Giovani lavorare uniti per la comunità cesana. Di questo voglio ringraziare tutti gli iscritti ai due gruppi, ma sopratutto voglio ringraziare il commissario di Forza Italia Giovani e consigliere comunale Mirella Frippa che ha esposto il problema in assise nel consiglio comunale. Detto questo – continua Alma – apprezziamo certamente la volontà dell’amministrazione, palesata in Consiglio comunale, di cercare una soluzione temporanea ed in seguito definitiva del problema. Ovviamente, noi chiediamo che in futuro prossimo ci vengano date risposte più dettagliate di come si vuole affrontare e risolvere definitivamente la mancanza di una biblioteca attrezzata, e precisiamo che per noi questo problema deve essere risolto anche nel rispetto delle tante firme raccolte che dimostrano come la comunità cesana giovane e meno giovane sia sensibile a tale problema”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico