Castel Volturno - Cancello ed Arnone

Allevatori bufalini su provenienza latte

AmbroscaCANCELLO ARNONE. Di fronte alle reiterate richieste della Lega allevatori bufalini (Lab) -presieduta dall’avv. Raffaele Ambrosca- intese a bloccare gli arrivi indiscriminati di latte di ignota provenienza, il riscontro della Prefettura di Caserta -durante l’incontro del 20 marzo scorso- è stato contrario alle ipotizzate …

… e volontarie “ronde antiTir” e favorevole, invece, ad un’intensificazione dei controlli da parte delle Forze dell’Ordine. Comunque, la delegazione della Lab è stata ricevuta, alle ore 18 di martedì 24, presso il Ministero delle Politiche agricole, dall’alto funzionario dott. Giuseppe Nezzo: rinnovata pure a lui l’urgente necessità di attivare “ronde”, si è sentita ribadire anche a Roma l’impegno di moltiplicare la vigilanza dei Reparti statali competenti. E’ stato, inoltre, nuovamente invocato l’effettivo ingresso degli allevatori, a quote paritarie, nel Consorzio di Tutela (CdT). Su questo il funzionario Nezzo ha fatto sapere la ferma determinazione del ministro Zaia di risolvere al più presto il problema.
Alla pressante richiesta dei caseifici di utilizzare latte congelato per la produzione della mozzarella di bufala campana a denominazione di origine protetta (dop), la Lab si è, ancora una volta, fortemente opposta, trovando in tale direzione il consenso dello stesso Ministero dell’Agricoltura.
Gli allevatori bufalini, nel frattempo, sono disorientati e tremendamente in bilico, anche perché stretti sempre più da creditori e banche, soprattutto a causa del sostanziale immobilismo del Commissario di Governo, Andrea Cozzolino, che ormai da più di trenta giorni si è reinsediato, senza aver provveduto finora ad attivare i meccanismi per attribuire gli indennizzi relativi ai capi abbattuti da oltre otto mesi, nonché risarcire i consistenti danni per il mancato reddito.
Molte sono le speranze che gli allevatori ripongono nel Ministro delle Politiche agricole e suoi Collaboratori, onde evitare di dover accedere, al colmo della disperazione, ad atti inconsulti di protesta senza fine.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico