Caserta

La Squadra Mobile arresta spacciatore a Caserta

Massimo Osato CASERTA. Nella serata di lunedì, gli agenti della sezione antidroga della Squadra Mobile di Caserta, diretta dal vicequestore Rodolfo Ruperti, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato di detenzione ai fini spaccio di sostanze stupefacenti, il 45enne Massimo Osato di Caserta.

Da tempo, i poliziotti tenevano d’occhio l’uomo che era sospettato di essere dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti utilizzando come base logistica la propria abitazione sita in Largo Alento.

Gli agenti, fingendosi clienti di esercizi commerciali ubicati nella zona, hanno tenuto a lungo sotto osservazione il domicilio dell’uomo avendo così modo di notare sopraggiungere una vettura Fiat 500 nuova fiammante con a bordo un giovane che era entrato nello stabile e dopo qualche minuto ne era uscito.

Una volta allontanatosi dal posto, il conducente della vettura era stato fermato da altri agenti che, dopo un’accurata perquisizione, rinvenivano indosso al giovane un involucro di film plastico trasparente contenente della sostanza solida vegetale di colore marrone che, successivamente analizzata dalla scientifica, risultava essere hashish, per un peso lordo di 1,398 grammi, che il giovane aveva acquistato per uso personale, versando ad Osato la somma di 10 euro.

Poco dopo, la scena si ripeteva con un altri clienti, per cui gli agenti decidevano di fare irruzione nell’abitazione di Osato, all’esterno della quale c’era un grosso cane da guardia. Nonostante ciò, gli agenti riuscivano con un espediente a fare irruzione senza che l’uomo avesse la possibilità di accennare a qualsivoglia reazione. La perquisizione dell’abitazione consentiva di rinvenire, all’interno di un tiretto di un mobile della cucina, una busta di cellophane trasparente con dentro sei stecchette di hashish, per un peso lordo complessivo di 42,714 grammi, nonché un rotolo di pellicola trasparente del tipo per alimenti, un altro di alluminio, un coltello da cucina – su cui vi erano chiari residui di hashish – e un bilancino di precisione perfettamente funzionante.

Proseguendo nella perquisizione, all’interno di un comodino della camera da letto, si rinveniva un involucro in cellophane trasparente contenente un ulteriore pezzo di sostanza hashish per un peso lordo di 96,05 grammi. Infine, addosso allo stesso Osato, si rinveniva la somma di 80 euro in banconote di vario taglio (una da 50, due da 10 e due da 5).

Mentre era in corso la perquisizione sopraggiungeva un altro cliente che, ignaro della presenza della polizia, veniva comunque identificato e condotto in Questura.

Osato, dopo gli adempimenti di rito, veniva condotto presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico