Campania

Sant’Antimo, pace in Fi. Il sindaco: “Città più vivibile”

Francesco Piemonte SANT’ANTIMO. Con molta solerzia venerdì sera, nell’aula consiliare del comune di Sant’Antimo, i cittadini hanno potuto assistere ad un altro Consiglio comunale avente all’ordine del giorno ben otto punti.

Approvata con 23 voti favorevoli ed 1 astenuto il primo punto, che come sempre prevede l’approvazione del verbale della seduta precedente. Prima di passare al secondo punto il consigliere Raffaele Puca, eletto nelle file del partito berlusconiano, mediante una missiva ha chiesto il suo reintegro – dopo l’allontanamento verificatosi lo scorso novembre – all’interno del partito. Acquisita la documentazione Innocenzo Treviglio, capogruppo consiliare di Forza Italia, prendendo atto del documento ha espresso il proprio apprezzamento verso l’atteggiamento costruttivo del suo collega di partito.

“Sarà certamente mio dovere essere portavoce di questa dichiarazione presso il coordinamento cittadino e quello regionale del partito – ha commentato Treviglio – affinché valutino le conseguenti decisioni da prendere”.

Il secondo punto previsto all’ordine del giorno, la mozione presentata dal capogruppo consiliare Udeur popolari, ingegner Giuseppe Perfetto, al fine di determinare le quote da pagare per gli oneri concessori di cui alla legge 326/03, non è stata discussa bensì ritirata dallo stesso Perfetto.

Per il terzo punto, ovvero un’altra mozione presentata dall’Udeur popolari, in merito ai costi della politica santantimese, si è deciso dopo una breve interruzione dell’assemblea di votare all’unanimità una delibera come atto di indirizzo.

Mentre per quanto concerne il quarto punto, un’interrogazione presentata sempre dall’ingegner Perfetto in merito alla raccolta differenziata, il sindaco Francesco Piemonte ha mostrato i dati eccellenti raggiunti negli ultimi mesi.

“Grazie alla collaborazione di tutti i cittadini abbiamo raggiunto un risultato alto, superando di gran lunga il valore pari al 35% che la Regione Campania aveva indicato di raggiungere entro la fine del 2009 – ha dichiarato il primo cittadino – avendo come risultato una città più vivibile. Siamo orgogliosi di annunciare che il nostro progetto dell’isola ecologica, i cui lavori partiranno tra qualche mese, è al primo posto tra tutti quelli della provincia di Napoli. Inoltre, al fine di migliorare sempre più il servizio della raccolta differenziata – ha concluso – unitamente al ritiro porta a porta nei giorni prestabiliti, procederemo all’individuazione di due siti presso i quali i cittadini potranno sversare le varie frazioni negli appositi contenitori ivi presenti”.

Dopo aver discusso brevemente circa le due ultime interrogazioni presentate sempre dall’Udeur, all’unanimità tutti i presenti hanno espresso il loro voto favorevole per gli ultimi due punti e cioè in merito al regolamento per lo svolgimento della fiera patronale, e per i debiti fuori bilancio derivanti da sentenze esecutive.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico