Campania

Circoli della Libertà, minacce al vicepresidente campano Sicignano

Antonio SicignanoCASTELLAMMARE DI STABIA. Intimidazioni, minacce ed ingiurie al presidente del circolo stabiese e vicepresidente dei Circoli della Libertà della Campania, Antonio Sicignano.

Nella notte alcuni ignoti hanno imbrattato il portone di casa dell’esponente regionale dei Circoli della Brambilla, con frasi ingiuriose, minacce e simboli ritraenti la falce ed il martello. Dell’accaduto è stata subito avvisata la Polizia di Stato, ed intanto si scopre che la vicenda non è assolutamente un fatto isolato.

 «Vogliono impedirmi di fare politica. Da tempo – spiega Sicignano – subisco lettere offensive e minacce affinché non continui nella mia attività politica. Di tutte, ho depositato pedissequa denuncia – querela alla Procura della Repubblica. Per un po’, quando avevo ridotto la mia presenza sui giornali si erano fermati, ma negli ultimi mesi sono ritornate le minacce, con messaggi diffamatori ed offensivi, per cui depositerò denuncia. Ma fino ad ora non era ancora capitato che venissero fino sottocasa. Ciò è un fatto grave ed è opportuno che venga stigmatizzato pubblicamente».

Sicignano, che in passato è stato anche tra i promotori di una legge regionale antiracket ed autore di forti posizioni contro la camorra, aggiunge: «Chi mi conosce bene sa che non mi fermerò di fronte a questi imbecilli, e vado avanti, ancora con più forza, consapevole che la Magistratura e la Polizia individueranno questi signori. Anche perché su internet è oramai semplice rintracciare il codice IP di provenienza dei messaggi».

 «Vado avanti – conclude – perché sono consapevole che i cittadini sono dalla mia parte. Tuttavia, nei prossimi giorni chiederò un incontro al Prefetto».

“Esprimo la mia più sincera solidarietà al vicepresidente regionale dell’Associazione nazionale ‘Circoli della Libertà’ nonchè presidente del Circolo di Castellammare di Stabia, il professore Antonio Sicignano, vittima di incresciosi episodi intimidatori da parte di ignoti”. Questo il commento dell’onorevole del Pdl Marcello Di Caterina nell’apprendere che la notte scorsa ignoti hanno imbrattato il portone di casa del vicepresidente Sicignano con frasi ingiuriose e simboli ritraenti la falce e il martello. Non è il primo episodio intimidatorio nei confronti di Antonio Sicignano, al quale sono state recapitate spesso lettere ingiuriose, ma è la prima volta che viene presa di mira l’abitazione del vicepresidente stabiese. “Sono molto amareggiato – ha aggiunto Di Caterina, presidente regionale dell’Associazione ‘Circoli della Libertà’ – poiché l’impegno civile del professore Sicignano è innegabile ma purtroppo ogni qualvolta un cittadino denuncia situazioni insostenibili viene intimidito. Inoltre – ha concluso il deputato del Pdl – condivido la scelta di Antonio Sicignano di andare avanti, nonostante questo ennesimo tentativo di dissuaderlo”.

“Le minacce al dottor Antonio Sicignano, esponente di primo piano del Popolo della Libertà a Castellammare di Stabia, confermano la pericolosità di certe realtà nelle quali si svolge attività politica. Il problema non sono le intimidazioni, che a persone ‘toste’ come Sicignano non fanno minimamente paura, quanto piuttosto il clima che può indurre i tanti che si riconoscono nella sua coraggiosa attività, a rinunciare a portare avanti le azioni di denuncia delle quali il presidente dei Circoli della Libertà ne è lo speaker. A tutti i livelli istituzionali saremo impegnati per tutelare Antonio Sicignano ed il diritto di libera espressione”, commenta il consigliere regionale del Pdl Pietro Diodato.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico