Aversa

Ciaramella: “Se il partito mi vuole alla Regione io sono pronto”

Mimmo Ciaramella AVERSA. “Se il mio partito dovesse decidere per una mia candidatura, sono pronto a farlo”. Il sindaco azzurro di Aversa Mimmo Ciaramella vede aprirsi davanti a sé una vera e propria autostrada in vista delle prossime elezioni regionali.

Grazie, infatti, alla nuova legge elettorale approvata dal consiglio regionale l’altro giorno, i primi cittadini potranno candidarsi a consigliere regionale senza l’obbligo di dimettersi dalla carica, per cui l’esponente di Forza Italia vede maggiori possibilità di realizzare quello che stava ipotizzando da tempo, senza sacrificare gli ultimi due anni da sindaco di Aversa.

Lo stesso Ciaramella, poi, specifica: “Da tempo vado dicendo che non voglio assolutamente pestare i piedi a nessuno. Faccio parte di una squadra dove tutti dobbiamo giocare per far vincere la squadra stessa. Sarà, quindi il partito ad adottare la decisione che più riterrà opportuna”. Il primo cittadino evidenzia anche di “essere soddisfatto di come è evoluta la legge regionale prevedendo la possibilità dei sindaci di candidarsi anche se questa circostanza non è stata voluta da Alleanza Nazionale e Forza Italia. I sindaci, infatti, conoscono meglio di altri il territorio e sono facilitati nel loro operato politico da questa loro esperienza”.

Insomma, si prospetta, sebbene Ciaramella lo dica in politichese e tra le righe, un duello a breve tra il primo cittadino aversano e l’attuale consigliere regionale azzurro Peppe Sagliocco per entrare tra i cinque rappresentanti della provincia di Caserta che andranno a sedere nel futuro consiglio regionale in via Santa Lucia.

Ma è proprio Sagliocco a smorzare i toni affermando: “Non capisco a chi e perché dovrebbe interessare chi si candiderà tra un anno. E’ una vicenda che non mi appassiona né mi interessa. Credo che si tratti solo di una forzatura dei media. Tra l’altro, la legge elettorale regionale così come congegnata non piace affatto al centro sinistra e proprio oggi ci sarà una conferenza stampa sul tema specifico”. Incalzato dal cronista l’onorevole azzurro continua: “Bisognerà vedere a tempo debito chi si proporrà per essere candidato. Sarà, poi, il partito, il partito unico del centro destra, a decidere. Si tratta di decisioni che vengono prese a determinati livelli ed allora si vedrà. Da parte mia, posso solo evidenziare che non mi sono mai proposto per essere candidato. Comunque, il discorso verrà affrontato a tempo debito, non credo che oggi possa interessare più di tanto”.

Dunque, un tentativo di gettare acqua sul fuoco delle polemiche di questi ultimi tempi che lo ha visto contrapposto al sindaco Ciaramella anche nel crearsi un certo seguito in vista dell’ormai imminente nascita del Pdl, dove dovranno essere disegnati, forzatamente, nuovi equilibri.

Sempre in tema di dibattito politico, sabato mattina si terrà una conferenza stampa del sindaco Ciaramella e del senatore Pasquale Giuliano che promettono di far conoscere tutta la verità sulla vicenda Pip, nella quale sarebbero intervenuti presso la regione alcuni “personaggi” per mettere in cattiva luce l’amministrazione.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico