Trentola Ducenta

Griffo su dichiarazioni D’Alessio: “Meglio chiarire i fatti”

Michele GriffoTRENTOLA DUCENTA. “Credo doveroso, al fine di ristabilire la verità, anche a seguito dell’ultimo intervento del consigliere D’Alessio del 25.02.2009, per rispetto nei confronti dei cittadini e dei lettori e per il ripristino della verità, una dovuta chiarificazione”.

Così il consigliere comunale del Pdl e capogruppo di Forza Italia alla Provincia di Caserta Michele Griffo. “Il D’Alessio nel suo ultimo intervento pubblicato sugli organi di stampa e su Pupia ha parlato di strumentalizzazione delle sue parole da parte mia, non era nelle mie intenzioni polemizzare o strumentalizzare. La mia risposta al suo articolo, come è facilmente riscontrabile su Pupia, non fù altro che un semplice compiacimento verso il consigliere D’Alessio per il richiamo fatto dallo stesso alla legalità e trasparenza nel campo dell’edilizia. Alle affermazioni di d’Alessio evito quindi qualsiasi commento ritenendo giusto riportare integralmente i due comunicati dello stesso, lasciando il giudizio finale ai lettori che possono così giudicare in piena libertà e senza alcun condizionamento o rispetto alla obbedienza. Mi preme solo sottolineare che la vicenda eventualmente è stata strumentalizzata da altri, da quelli che hanno parlato di concessione edilizia per una mansarda, per una concessione in centro storico, per l’edificazione di un terreno attualmente zona bianca o 167 da edificare anche con strutture diverse dalla civile abitazione, nonché di carica amministrativa di assessore e vice sindaco da ricoprire ma rinviata da febbraio a giugno (cariche che comunque non saranno mai assegnate). Anche tali fatti sono stati ritenuto per quanto ci riguarda solo illazioni o dicerie, riconducibili a qualche cattiva lingua o a fuoco amico. Vigileremo comunque per evitare qualsiasi illegalità”.

Tutto ciò premesso, Grifforiporta integralmente i due comunicati a firma del D’Alessio: primo comunicato del 15.02.09 riportato da Pupia intitolato: D’Alessio critica la maggioranza “Basta con gli abusi edilizi”. “Inizio con il manifestare la mia vicinanza ai cittadini di Trentola Ducenta e alle loro necessità in quanto anche il sottoscritto, prima che amministratore, è un abitante di questa città. Pur congratulandomi con l’attuale assessore ai lavori pubblici, Luigi Cassandra, per il suo impegno profuso nel cercare di riqualificare i ruoli presso l’ufficiotecnico, tuttavia manifesto la mia insofferenza verso l’operato degli altri assessori comunali e mi sovviene il dubbio sul quale sia il ruolo degli stessi. E’ doveroso evidenziare il ruolo attivo dell’assessore Cassandra anche in settori di competenza altrui come quello urbanistico, ma non posso esimermi dal sollevare una piccola critica allo stesso. Infatti, il proposito della maggioranza mirava all’acquisizione degli standard comunali, non solo previsti per legge, ma necessari per l’ampliamento del patrimonio comunale affinché si potesse garantire qualche isola verde in unpaese ormai immerso dal cemento. Faccio presente che le concessioni rilasciate, pur prevedendo standard per spazi verdi, sono puntualmente disattese in quanto sussiste un’inerzia dell’attuale amministrazione comunale, e non solo nei confronti di alcuni abitanti di Trentola Ducenta che – con il placet del comune – si appropriano di questi spazi riservati alla collettività”. D’Alessio, conclude con un appello: “Mi rivolgo all’amministrazione comunale, e in particolare all’assessore Cassandra (visto che si occupa anche di urbanistica), affinché si ponga fine ai continui abusi che avvengono su strade comunali come avviene sistematicamente sul tratto che collega via Bovaro a via Larga lasciata esposta a continui abusi da parte di privati”.

Secondo comunicato del 25.02.09 riportato da Pupia intitolato: “Le mie critiche vogliono solo evidenziare carenze” “Il mio intento era quello di evidenziare solo alcune carenze dell’attuale amministrazione comunale che non fa sentire la sua presenza in alcune zone della città, lasciando le stesse al loro destino e diventando terra di nessuno”.

Così il consigliere Luciano D’Alessio chiarisce il contenuto delle dichiarazioni rilasciare nei giorni scorsi, in particolare riguardanti la situazione del tratto che collega Via Bovaro a Via Larga. “Non ho mai parlato di abusi edilizi”, sottolinea D’Alessio, che poi invita il consigliere di opposizione Michele Griffo, il quale aveva commentato le sue dichiarazioni, “a non strumentalizzare il significato delle mie parole, utilizzandole a sostegno dei suoi continui attacchi all’ attuale amministrazione comunale”.

“Mi permetto di esternare – continua Griffo – una semplice riflessione: forse il D’Alessio, anche perché erudito dai suoi compagni di cordata, si è reso conto che aveva innescato, sull’edilizia, una bomba atomica, a danno di……….., e che l’edilizia nel nostro comune è una bomba atomica è provata dal fatto che le banche si rifiutano di concedere mutui a favore di interventi edilizi, per non parlare di tetti, sottotetti o mansarde. Faccio notare, che proprio per non strumentalizzare il primo comunicato del D’Alessio evitai anche di commentare le sue critiche agli assessori comunali, come si evince facilmente dalla lettura del suo articolo, pertanto ai lettori e agli elettori le opportune valutazioni”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico