Succivo

Papa: “Nuove deleghe per vivacizzare l’amministrazione”

Franco PapaSUCCIVO. Giunta congelata a cinque componenti ancora per pochi giorni. Infatti, in settimana prenderà il via la verifica politico amministrativa e il relativo rimpasto dell’esecutivo.

Questo è quanto ha affermato il sindaco Franco Papa. Il primo cittadino, che guida una maggioranza di centrosinistra, in un’intervista in esclusiva al “Corriere di Caserta”, in modo chiaro ed inequivocabile e senza nessun tentennamento, ha dettato le modalità e i tempi della verifica politica e del conseguente rimpasto di giunta. “Non ci saranno grosse rivoluzioni – ha spiegato Papa –. Tuttavia non ci limiteremo a completare l’esecutivo con l’assessore mancante. E’ mia intenzione – ha aggiunto – rimodulare le deleghe per dare nuova vivacità all’azione amministrativa. Ormai sono trascorsi due anni e mezzo dall’inizio del nostro mandato amministrativo e ho avuto modo e tempo di conoscere e valutare le attitudini dei singoli consiglieri ed assessori, pertanto mi preme valorizzare al meglio le qualità dei singoli mettendole al servizio della collettività. La verifica politico amministrativa prenderà il via nei prossimi giorni e si tratterà soprattutto di una riflessione programmatica”. Insomma, stando alle affermazioni del primo cittadino, non dovrebbe esserci una vera e propria rotazione degli assessori, così come paventato dagli accordi pre-elettorali che parlavano di un rimpasto a due anni e mezzo del mandato amministrativo. “In questo momento è fondamentale un rilancio dell’azione amministrativa – ha chiosato il sindaco – con una nuova programmazione che tenga conto dei grossi limiti di bilancio”. Certamente la verifica non sarà facile come il primo cittadino spera. Il fatto è che le attuali forze politiche non sono le stesse che a maggio 2006 componevano l’alleanza uscita vincitrice dalle elezioni amministrative. La geografia politica è cambiata e non tutti sono disposti ad accettare il nuovo scenario politico, anche perché volendo rendere l’esecutivo rappresentativo di tutte le forze in campo, qualche forza politica dovrebbe cedere la poltrona. Infatti, rispetto ad uno schieramento iniziale composto da Udeur, Diesse, Margherita e Italia dei Valori, con sindaco indipendente. Oggi c’è sempre il partito di Di Pietro ma non c’è l’Udeur. Invece, la Margherita e diesse si sono fusi nel PD e il primo cittadino ha indossato la casacca dell’MpA. A questi si è aggiunto un gruppo ‘indipendente’ formato da ex esponenti della minoranza come Giacomo Iovinelli e Antonietta D’Errico, che sostengono a pieno titolo il sindaco Papa. Gruppo quest’ultimo che non è rappresentato in giunta, come non è rappresentato il primo degli eletti Gaetano Lampitelli, che ha lasciato l’Udeur e si è dichiarato indipendente. Insomma, per il sindaco Papa si prepara una settimana calda tutta da seguire.

Dal “Corriere di Caserta” di Stefano Verde

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico