Sant’Arpino

Spanò replica al Pd: “Solo calunnie”

Rodolfo Spanò SANT’ARPINO. “La minoranza mente sapendo di mentire”. Così esordisce il vicesindaco Rodolfo Spanò nel contestare l’ultimo volantino a firma del Pd.

“Ancora una volta devo rilevare al Pd la scorrettezza nel dare notizie e constatare che chi assume tale atteggiamento è incapace di avere argomenti e dunque è povero di idee. Si sappia una volta e per sempre che l’unica data che mi sono azzardato ad indicare personalmente (senza coinvolgere l’Amministrazione comunale), per la partenza della raccolta dell’umido è stata quella del 30 giugno 2008 per cui vi sfido a pubblicare un mio intervento, articolo, volantino, proclama o scritto che abbia indicato una data diversa. E se alcuna data diversa verrà pubblicata, allora vi dico fin da adesso che avete sempre mentito, che siete anche calunniosi e che la calunnia è un reato.

Quanto poi alle difficoltà della partenza della raccolta dell’umido – non della differenziata che è già in esecuzione – domandate a Savoia o a Elpidio Maisto se le ragioni del ritardo sono o meno dipese dal sottoscritto o dall’Amministrazione Comunale. Domandate ad Elpidio Maisto o a Savoia se risulta loro che Rodolfo Spanò da quando si è insediato ha sborsato soldi di tasca propria per far aggiustare i mezzi per la raccolta dei rifiuti indifferenziati, del vetro e dei rifiuti differenziati, se ha sborsato o meno i soldi per pagare il gasolio negli automezzi. Domandate ai vostri compagni se l’assessore non avesse provveduto personalmente le cose sarebbero o meno andate meglio. Domandate, poi, ai vostri amici di cordata se il sottoscritto ha preso contatti o meno col responsabile dell’articolazione Ce2 per la stipula del contratto mai e sottolineo mai sottoscritto.

Quanto poi ai presunti 200mila euro vi chiedo di indicarmi analiticamente le somme ed i motivi di spesa anche perché già dal mese di maggio 2008 con solleciti successivi (confronta note a mia firma rese pubbliche al protocollo generale che vi fornirò a semplice richiesta) avevo chiesto all’ufficio di recuperare tutte le somme spese per l’emergenza rifiuti a partire dal dicembre 2007 e dunque anche per le spese da voi eseguite ma mai addebitate alla vostra gestione perché ritenevo – e fino a prova contraria – necessarie per affrontare l’emergenza.

Vi informo, inoltre, che dalla settimana scorsa l’ingegner Donnarumma sta eseguendo i calcoli analitici. Per il concorso dei Vigili Urbani, poi, le persone che sono legate direttamente o indirettamente al sottoscritto non hanno passato la selezione (confrontate i nomi nella graduatoria) per cui chiedo di fare nomi e cognomi perché ho sempre condannato i comportamenti da voi denunciati e da cui prendo con forza le distanze.

Se invece quanto da voi denunciato non risponde al vero, allora devo ribadire che siete inclini al reato di calunnia per cui si procede di ufficio e cioè senza bisogno di essere denunziati.

Vi dico, infine, che se è vero che l’assessore deve rispondere con i fatti, sappiate che nonostante mie sollecitazioni e mie esplicite richieste fin dall’insediamento, l’area dell’Ecologia e della Manutenzione non è mai stata staccata da quella dei Lavori pubblici con conseguente mancata nomina di un responsabile del servizio. Ma su tale argomento vi prometto di ritornarci”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico